Consegnato il premio Mediterraneo al Sindaco Pino Alfarano e all’intera comunità di Camini

Consegnato il premio Mediterraneo al Sindaco Pino Alfarano e all’intera comunità di Camini

È stato consegnato ieri, 12 Agosto, durante le celebrazioni della giornata internazionale della gioventù che si sono tenute a Camini, il Premio Mediterraneo. 

Giunto alla quarta edizione, il Premio, ideato dal Regista umbro Folco Napolini e organizzato dall’associazione Taurus in collaborazione per il secondo anno con la Cooperativa sociale Hermes 4.0, vuole essere un riconoscimento a chi si è distinto per valore e impegno civile. Quest’anno gli organizzatori che hanno presenziato alla consegna nelle persone di Folco Napolini, Antonio Parrello della Taurus e Federica Roccisano della Hermes 4.0, hanno ritenuto di premiare il sindaco Pino Alfarano e, tramite lui, l’intera comunità di Camini per l’impegno portato avanti a favore dei valori dell’accoglienza, dell’umanità e della solidarietà.

“In una fase delicata come quella attuale – ha detto la Roccisano consegnando il premio nelle mani del Sindaco – è un orgoglio per la locride, per la Calabria e per tutta l’Italia toccare con mano il lavoro quotidiano che da anni ormai si svolge a Camini. È grazie al lavoro di una bellissima rete tra amministratori, associazioni e cittadini che abbiamo visto diventare la piccola cittadina della locride un punto di riferimento per i Comuni che intendono avviare progetti di accoglienza ma anche per i giovani che, grazie ai vari progetti messi in campo in collaborazione con la Eurocoop Jungimundi, vi arrivano dai diversi angoli d’Italia e d’Europa.”

Folco Napolini e Antonio Parrello hanno poi illustrato l’importanza del Premio Mediterraneo, che ha già avuto tra i destinatati delle scorse edizioni gli attori Giulio Base e Maria Rosaria Omaggio, e personalità calabresi quali il Presidente del Consiglio regionale Nicola Irto, Enzo Infantino per il suo impegno a favore dei migranti e la stessa Federica Roccisano. “Il significato della consegna di un tale riconoscimento – ha rimarcato Napolini – è quello di dare forza all’impegno sociale e civile dei singoli e contaminare, tramite questi esempi, il maggior numero di persone puntando così  alla realizzazione di una società più sana e accogliente.”

Il sindaco Alfarano ha voluto infine condividere pubblicamente il premio con la comunità di Camini, con Rosario Zurzolo e gli altri operatori della cooperativa Eurocoop Jungimundi, celebrando i risultati positivi della sinergia e comunanza di intenti e valori che permette di mandare avanti i progetti di accoglienza dei migranti, come anche i progetti di formazione e gli scambi giovanili che, sempre più spesso, vengono realizzati a Camini.

Federica Roccisano

Rispondi

Ciavula

GRATIS
VIEW