Anche il comitato femminista Non Una di Meno aderirà allo sciopero per il clima

Anche il comitato femminista Non Una di Meno aderirà allo sciopero per il clima

Il prossimo 27 settembre anche il comitato femminista NUDM di Reggio Calabria parteciperà allo sciopero del “Fridays for future”, organizzato dal gruppo reggino impegnato nella mobilitazione mondiale per  rivendicare azioni concrete sulla questione dell’emergenza climatica. 

Ora più che mai, riteniamo estremamente importante porre particolare attenzione sulle conseguenze catastrofiche per l’intero pianeta dovute ai cambiamenti climatici, diretta conseguenza del riscaldamento globale. 

È il momento che l’umanità si interroghi sugli stili di vita che hanno prodotto l’eccessiva concentrazione di anidride carbonica e gas nell’atmosfera, portando a conseguenze nefaste in tutto il pianeta. 

Migrazioni, disuguaglianze sociali, nuovi conflitti, oltre alle dirette conseguenze sull’ecosistema, sono infatti strettamente collegati al fenomeno del riscaldamento globale che ha un impatto sulla produzione e quindi sull’approvvigionamento del cibo (agricoltura, pesca ecc), dell’acqua potabile e sulla salute delle persone più povere e più esposte alle conseguenze dell’emergenza climatica.

Le deforestazioni, gli allevamenti intensivi per la produzione di carne, l’utilizzo di carburanti fossili (come carbone, petrolio) per la produzione di energia elettrica, per i trasporti e per il settore industriale, il consumismo sfrenato sono tra le cause principali del riscaldamento globale e quindi dei cambiamenti climatici. 

Cambiare stili di vita, scendere in piazza per sensibilizzare la collettività, pretendendo che la politica, su scala locale e internazionale, si adoperi per la salvaguardia del pianeta dal punto di vista ambientale e sociale è un dovere di tutti e tutte.

Appuntamento quindi il prossimo 27 settembre alle 9,30 a Piazza De Nava. 

NUDM RC

Photo by Markus Spiske on Unsplash