Campisi: “I bilanci passati del comune di Caulonia non erano veritieri”. L’Officina all’attacco

Campisi: “I bilanci passati del comune di Caulonia non erano veritieri”. L’Officina all’attacco

Riceviamo e pubblichiamo

Noi diciamo basta al pressappochismo del Sindaco di Caulonia e della sua maggioranza.

Il 13 agosto 2019 nella sala del Consiglio Comunale di Caulonia si è svolto il Consiglio Comunale con all’ordine del giorno, approvazione del bilancio di previsione 2019/2021.

Ai lettori non vogliamo rimarcare la pochezza e la totale mancanza di contenuti di questa maggioranza inerenti alla materia amministrativa del nostro Comune. Basta leggere il DUP predisposto dall’Assessore al Bilancio, avallato da tutta la Giunta Comunale, per capire che si ha di fronte una amministrazione che non ha nulla da offrire a questa cittadina.

Ci preme però sottolineare un aspetto politico non di poco conto.

All’interno della seduta consiliare, di fronte alle asserzioni della minoranza di mancanza di programmazione e soprattutto di scelta sbagliata nel fare il dissesto, il Vice Sindaco, nel suo intervento di replica, ha inteso ribadire chiedendone espressamente trascrizione all’interno del verbale alla nostra segretaria comunale, la seguente sua affermazione: “affermo che in tutti i miei interventi precedenti relativi al Bilancio ho dichiarato che i Bilanci passati non erano ispirati al principio di veridicità”.

Affermazione pregna di valore quella del Vice Sindaco, il quale, è logico a noi presumere, che abbia contezza, certezza e conoscenza dei fatti e degli atti sottostanti la stesura del bilancio dell’Ente Comune di Caulonia negli anni passati.

Se così è, a meno di una pessima figura che ne certificherebbe l’indiscutibile inadeguatezza politica dello stesso, in prima battuta ci chiediamo:

Perché il Vice Sindaco, nella passata consiliatura essendo componente di minoranza non ha mai segnalato nelle sedi opportune la sua “certa affermazione” a tutela dei cittadini di Caulonia e della legalità. Perché il dirigente d’area e i revisori legali hanno redatto e avallato conti e documenti dell’Ente che non si ispirassero al principio di veridicità? Per quale motivo? Con quale finalità? Ancor più, perché i Sindaci e le amministrazioni che si sono susseguite nel recente passato avevano necessità di redigere bilanci non veritieri? Per nascondere cosa?

Queste sono le domande che rivolgiamo al Vice Sindaco e sulle quali da cittadini di Caulonia pretendiamo risposte.

Al Signor Sindaco, la quale nel recente passato, secondo le illazioni del Vice Sindaco, si è resa colpevole di aver votato favorevolmente i bilanci e tutti i documenti contabili del nostro Ente, chiediamo esaustivi chiarimenti.

Ai Sig.ri Sindaci degli anni passati, anch’essi additati dall’attuale Vice Sindaco di essere i responsabili, quale dovere morale chiediamo di contribuire a far emergere la verità.

È diritto di noi cittadini di Caulonia.

Movimento Officina delle Idee