Da anti casta a casta col culo incollato alla poltrona. L’incredibile metamorfosi dei 5 stelle

Da anti casta a casta col culo incollato alla poltrona. L’incredibile metamorfosi dei 5 stelle

Qualcuno li ha paragonati alla Democrazia Cristiana. I tempi sono diversi, le forme, i contenuti e i toni della politica sono diversi e il paragone è senz’altro azzardato.

Ma di sicuro ci troviamo di fronte ad un movimento camaleontico, pronto a plasmare la propria identità in base alle poltrone da ricoprire. E’ il Movimento 5 stelle.

Nati come anti casta, duri e puri contro i corrotti, sono finiti a governare con la Lega, il partito che ha rubato ben 49milioni di euro agli italiani (prima i soldi degli italiani) e ad approvare condoni a favore degli evasori.

Un movimento senza identità che può assumere qualsiasi identità in base alla convenzienza politica. Sono prima diventati di estrema destra, approvando alcune delle peggiori leggi della storia repubblicana, addirittura decidendo di multare chi salva gli esseri umani dall’annegamento. Roba da rendere fiero Mussolini. Poi, senza colpo ferire, sono diventati più moderati per mantenersi le poltrone e andare al governo col Partito Democratico, facendo inversione ad U a 300 all’ora rispetto alla linea politica di tre giorni prima.

Hanno dimostrato che la coerenza non è roba loro, che possono cambiare pelle come gli pare e che sono così spegiudicati da continuare a farlo ogni volta che servirà.

Non saranno democristiani, ma mi ispirano la stessa fiducia.