“Donisi di Siderno è il regno della sporcizia”

“Donisi di Siderno è il regno della sporcizia”

uno status imposto alla popolosa contrada di Siderno senza spazio alcuno per le richieste di “aiuto” dei cittadini!

Infatti, se da un lato risulta oramai noto a tutti che degli operatori ecologici si siano perse completamente le tracce da oltre un anno, per l’altro appare assolutamente ingiustificato e “assordante” il silenzio di chi, invece, dovrebbe garantire la prestazione di un servizio fondamentale qual è appunto la pulizia del territorio. 

Grave è, infatti, la totale assenza di considerazione delle numerose richieste di intervento che i tanti cittadini, per il tramite dell’Associazione culturale Libra, hanno inoltrato direttamente alla Commissione Straordinaria e al Settore Tecnico competente del Comune di Siderno. 

Se oggi siamo (di nuovo!) qui a rendere pubblico il nostro disagio è solo perché ci troviamo a vivere in una condizione di assoluto ed invivibile degrado ambientale, tale da fare invidia ai Paesi del Terzo Mondo: strade sporche e dissestate; arbusti ed erbacce che invadono quasi completamente le carreggiate e ostruiscono il passaggio di veicoli e pedoni; sacchetti di spazzatura buttati dai soliti incivili cronici della nostra società, che scaricano il proprio essere “abusivo” nella più assoluta e incontrastata libertà.

Che non ci vengano a dire che trattasi solo di inadempienza contrattuale della ditta appaltatrice e che siano state, contro la medesima, presentate delle diffide al rispetto degli obblighi previsti da capitolato d’appalto. Questa è storia vecchia che non ha portato alla risoluzione del problema, ma al contrario l’hanno aggravato! Servono, invece, misure drastiche che solo chi amministra l’Ente può applicare. 

Dispiace che, per l’ennesima volta, l’Associazione Libra e la cittadinanza di Donisi si vedano costrette a ricorrere ai mezzi di informazione, e non invece alla casa comunale, per far valere i propri diritti. Quella che  dovrebbe essere la casa di ogni sidernese, oggi continua a essere inspiegabilmente sorda! 

ASSOCIAZIONE CULTURALE LIBRA