Durissima l’Officina delle Idee contro l’assessore cauloniese Tucci: “La sua vita politica piena di frustrante rabbia”

Durissima l’Officina delle Idee contro l’assessore cauloniese Tucci: “La sua vita politica piena di frustrante rabbia”

Il Movimento Officina delle Idee alla luce delle dichiarazioni rilasciate dall’Assessore al Bilancio del Comune di Caulonia, specialista dei due dissesti del nostro Comune, intende replicare all’ondata di bugie dallo stesso gratuitamente offerte davanti alle telecamere di una tv locale.

L’Assessore al Dissesto, colonna “portante” dell’Amministrazione di Caulonia, ha confezionato un’intervista intrisa di accuse ed insulti, frutto della ormai palese frustrante rabbia che accompagna la sua vita politica, all’indirizzo di chiunque esprima una posizione non in linea con il suo pensiero.

Accuse davvero pesanti, e non è la prima volta, quelle uscite dalla bocca dell’Assessore, che non hanno risparmiato neanche l’Ordine degli Architetti della Provincia di Reggio Calabria, tacciati di essere alla mercé di propri iscritti e di difendere posizioni ed interessi privati.

Da parte nostra ci dissociamo da tali affermazioni e non intendiamo neanche esprimere alcun commento a riguardo, valuterà giustamente l’Ordine, a cui non mancano le capacità e competenze, di replicare o meno a tali illazioni.
Siamo al paradosso. Se una segnalazione, espressa da un Ordine professionale, con cui, a nostro parere, questa maggioranza farebbe bene ad instaurare un rapporto proficuo di confronto, per l’Assessore desta tanto scalpore, significa che effettivamente qualcosa che non funziona c’è.
Sarebbe stato un gesto molto più meritevole da parte dello stesso Assessore, ringraziare i professionisti che hanno segnalato le incongruenze, e, con umiltà replicare alla nota spiegandone le motivazioni senza arroccarsi dietro sterili accuse di incompetenza professionale.
Preme invece a noi far emergere che l’Assessore al Dissesto politicamente non dice mai ila vero. Più e più volte anche in sede di Consiglio Comunale ha collezionato pessime figure distorcendo la verità dei fatti.
La nostra affermazione è motivata dal fatto che lo stesso Assessore omette volutamente di raccontare i fatti per come sono esposti negli atti comunali.
Il primo bando, quello di Majietta e via dei Carafa, dopo la segnalazione effettuata da due ordini, Ingegneri e Architetti, è stato per ben tre volte ritirato. Frutto inequivocabile che vi erano delle incongruenze macroscopicamente palesi.

Non consentiamo quindi a questa maggioranza di poter affermare così allegramente che i principi a cui si ispira la propria azione politica siano quelli della legalità.

Ascoltando le parole dell’intervista, se ne denota odio gratuito. L’Officina delle Idee, al contrario di quanto lo stesso afferma è stata sempre presente, attiva e soprattutto alternativa.
Se l’azione dell’Officina nel segnalare eventuali incongruenze nella gestione di fondi pubblici è intesa come atteggiamento frustrato, beh! Siamo di fatto alternativi, soprattutto nei modi, nelle competenze e nella cultura amministrativa. Questa è una opposizione ricca di contenuti e per questo all’Assessore al Dissesto scricchiola la sedia.
Lo stesso ci consiglia di vergognarci! Consigliamo noi di guardarsi allo specchio e di fare ammenda, perché prima di aprir bocca e sparare fandonie offendendo le persone, è bene che di scheletri nell’armadio non ve ne siano. A breve dirameremo noi Officina un lungo elenco di promesse non mantenute ai cittadini di Caulonia per le quali questa amministrazione dovrebbe vergognarsi per come affermato dallo stesso Assessore.
Vorremo qui invece ricordare all’Assessore al Bilancio che sulla SUAP (SUAM) racconta frottole. Si vada a leggere il bando pubblicato dalla stazione unica per conto del Comune Palmi; stessa fattispecie dei nostri fondi. Quindi gli uffici della SUAM solo per il comune di Caulonia non hanno tempo e personale?
I cittadini di Caulonia quotidianamente esprimono il loro disappunto nei confronti di questa maggioranza.
Più volte lo hanno pubblicamente dimostrato e hanno manifestato malumore ritenendoli politicamente inadeguati e capaci di poter cambiare le sorti del nostro Comune.
Officina delle Idee è sempre più presente e sempre più vicina ai cittadini.

Officina delle Idee

Rispondi