Officina delle Idee: “Irregolarità sul bando di collettamento delle acque bianche di Caulonia”

Officina delle Idee: “Irregolarità sul bando di collettamento delle acque bianche di Caulonia”

Siamo nuovamente costretti ad intervenire pubblicamente sulla questione della spesa pubblica per affidamenti progettuali e assegnazioni di progetti/bandi pubblici per la realizzazione di opere ed eventi nel nostro comune.

Ancora una volta siamo obbligati ad assistere ad un vero e proprio festival dell’incompetenza politica.
La rivoluzione degli uffici, promossa e professata da questa maggioranza, a quanto pare si è sostanziata nel cambio di stanza di qualche funzionario ed impiegato.
Di fatto non si riesce a coordinare gli uffici e ad impartire loro le esigenze che una maggioranza dovrebbe esplicitare ai propri tecnici al fine di raggiungere gli obiettivi prefissati in campagna elettorale.

L’Amministrazione Belcastro, ormai è impegnata esclusivamente in defilé e litigi stucchevoli per chi deve occupare la poltrona di assessore, perdendo di vista, di fatto, gli obiettivi di spesa per servizi ed opere pubbliche.

La coalizione “Caulonia Città Futura” che oggi governa, si è pavoneggiata della presenza di esponenti importanti della politica Calabrese, su tutti il Governatore della Calabria e di illustri consiglieri regionali, i quali, nel rispetto della legalità, sono stati i garanti di questa amministrazione attraverso l’importante strumento del voto utile.

Vi siete autoincoronati “I Primi della Classe”, e vi ritrovate ad essere nuovamente bacchettati dagli Ordini Professionali. Come già successo in passato sul bando Majietta e via dei Carafa, oggi, il nostro ente è additato di manifeste irregolarità sul bando del collettamento delle acque bianche.
Anche in questo caso la sferzata degli Ordini Professionali, che segnalano presso l’Osservatorio Nazionale sui servizi di Architettura ed Ingegneria (ONSAI), sottolinea uno stato di completa, si spera non voluta, confusione dell’applicazione delle normative vigenti.

Purtroppo, l’Officina delle Idee, ravvisa questo comportamento in quasi tutte le procedure. Tale prassi, non denota una collettiva incompetenza degli uffici, ma, una mancanza di indirizzo politico. La reiterazione degli errori, soventi e frequenti, presenti in quasi tutti i bandi, e non solo quelli afferenti all’ufficio tecnico del comune di Caulonia, rappresentano un campanello d’allarme per la sana gestione della cosa pubblica.

Non si capisce come mai si è abbandonata la SUAP, più volte nominata dal Sindaco e oggetto di approvazione da parte del Consiglio Comunale.
L’Amministrazione si è sempre fregiata del vessillo della legalità, noi di Officina delle Idee vogliamo continuare a sostenere che sia vero.
Passate ai fatti.

Officina delle Idee