Nasconde fucile e munizioni in un tombino durante una perquisizione dei Carabinieri, padre e figlio in manette

Nasconde fucile e munizioni in un tombino durante una  perquisizione dei Carabinieri, padre e figlio in manette

I Carabinieri della Stazione di Ceglie Messapica hanno tratto in arresto in flagranza di reato, per detenzione abusiva di armi e ricettazione, AltavillaVito, 59enne del luogo, e Altavilla Piero, 37enne residente a Martina Franca (TA), rispettivamente padre e figlio. In particolare, nel corso di una perquisizione domiciliare effettuata presso l’abitazione rurale di proprietà dei prevenuti e ubicata al confine tra i due Comuni, l’Altavilla Vito ha tentato di eludere i controlli, allontanandosi sul retro al fine di occultare, in un tombino, un fucile “Beretta” calibro 20 con matricola abrasa e 26 relative munizioni. Immediatamente raggiunto e bloccato dai militari operanti, non ha fornito giustificazioni in merito. Le successive fasi hanno consentito inoltre di rinvenire altri 2 proiettili del medesimo calibro, occultati nel comodino della camera da letto in uso al figlio, Altavilla Piero. L’arma e il munizionamento sono stati sottoposti a sequestro.Su disposizione dell’Autorità Giudiziaria, concluse le formalità di rito, gli arrestati sono stati tradotti presso due abitazioni distinte nella loro disponibilità e ubicate nel Comune di Ceglie Messapica.

Ufficio Stampa Comando Provinciale CC Brindisi