La protesta di alcuni commercianti cauloniesi di via degli emigrati

La protesta di alcuni commercianti cauloniesi di via degli emigrati

E’ da ormai tre mesi che i titolari di alcune attività commerciali di via degli Emigrati a Caulonia marina lamentano invano l’assenza della pubblica illuminazione. Di contro, spesso i lampioni sono inutilmente accesi di giorno. Ma dalle parti dell’istituzione comunale nessuna risposta.

Adesso sono stanchi e intendono fare sentire la loro voce se il comune di Caulonia non garantirà un servizio essenziale.

Chi lavora sotto ferrovia subisce già la penalizzazione di essere isolato dal resto del mondo nelle giornate di pioggia, quando il sottopasso ferroviario diventa un fiume pronto a travolgere qualunque automobile tenti di attraversarlo, ma lo stato di abbandono generalizzato li fa sentire cittadini di serie B.

A questo si aggiungono alcuni automobilisti che sfrecciano per la via a velocità inaudite per un centro abitato, nonostante la presenza di numerosi bambini. Probabilmente dei dossi risolverebbero questo problema.

Insomma, dopo avere pazientato a lungo adesso i proprietari delle attività commerciali sono sul piede di guerra se non riceveranno risposte in tempi rapidi e gli abitanti della zona sono pronti ad unirsi a loro.