Fiabesque: l’incontro della Dott.ssa Drago con gli alunni dell’IC Gioiosa – Grotteria

Fiabesque: l’incontro della Dott.ssa Drago con gli alunni dell’IC Gioiosa – Grotteria

Si è tenuto in questi giorni l’incontro della dott.ssa Filomena Drago, psicologa e autrice del suo ultimo scritto “La collina incantata…e il suo Dragoguardiano”, con gli alunni dell’Istituto Comprensivo Gioiosa – Grotteria. Un cammino nel mondo delle fiabe che in queste settimane impegnerà l’autrice in un viaggio tra le diverse scuole e ludoteche del territorio.

In particolare, Gioiosa Ionica ha visto coinvolti tutti gli alunni delle classi prime della scuola secondaria e dell’Infanzia che, nei mesi scorsi, li ha condotti a leggere, ascoltare, approfondire e riflettere sulle tematiche che il libro veicola. Temi di grande attualità, dunque, quelli maturati in un dialogo a tu per tu tra alunni e scrittrice: inquinamento ambientale e salvaguardia dell’ambiente, come si legge ne “La bambina che salvava i semi”, l’importanza della libertà e dell’indipendenza, espressi nella storia che ha come protagonisti dei coniglietti; e, ancora, la capacità di accettare le diversità, di risolvere i conflitti, di guardare oltre le apparenze, proprio come fa Giorgio nel crescere e difendere dalle maldicenze il suo amico drago. Dietro fiabe, animali del bosco, atmosfere magiche e incantate, l’autrice ha espresso il richiamo alla propria terra e alla sua infanzia, alla quale guarda con nostalgia e fierezza. Questi gli spunti dai quali la scrittrice è partita per approfondire la simbologia del drago, animale cardine di molti sui scritti, simbolo di forza, coraggio, mistero, sicurezza e protezione, la cui immagine vede riflessa nella collina Pantaleo di Gioiosa Ionica. 

La predilezione per le fiabe –ha raccontato Filomena Drago ai ragazzi – è nata sin da piccola, quando aveva l’abitudine di sfogliare il suo libro di racconti, leggendo le immagini e alimentando la propria fantasia. Da questo momento nasce in lei il bisogno di scrivere e raccontare ai più piccoli con l’obiettivo di nutrire la loro intelligenza emotiva. Il libro –ha continuato- non è destinato solo ai bambini ma anche agli adulti, presentandosi come la chiave di accesso a un mondo fantastico che è sempre esistito e che continua a vivere dentro le emozioni di ognuno.

Gli alunni, con occhi attenti e curiosi, hanno ascoltato le parole della dott.ssa Drago, esprimendo le loro domande con naturalezza ed enorme voglia di conoscere, di approfondire, di entrare nel cuore delle pagine lette e ascoltate dalla voce delle loro insegnanti nel corso delle scorse settimane. L’incontro, fortemente voluto dalla dirigente scolastica, Marilena Cherubino, si colloca all’interno di un grande progetto dedicato alla lettura in seno a tutto l’Istituto Comprensivo, che vedrà gli alunni coinvolti nel corso dell’anno, dall’infanzia alla secondaria, e che sarà scandito da momenti di lettura condivisa, costruzione di libri animati, incontri con diversi autori che faranno visita ai discenti nel corso di questi mesi. Usare la lettura come veicolo primario di crescita, prendere spunto dalla moralità delle fiabe come esempi di vita, diventare uditori attivi e apprendere il piacere di leggere sono gli importanti obiettivi che l’Istituto Comprensivo Gioiosa-Grotteria mette al centro del percorso formativo degli alunni. 

Rispondi