Operazione “Lotar”, arrestato pluripregiudicato. Era a capo di un vasto traffico di stupefacenti

Operazione “Lotar”, arrestato pluripregiudicato. Era a capo di un vasto traffico di stupefacenti

Al termine di un’articolata indagine di contrasto allo spaccio di sostanze stupefacenti lo scorso 25 novembre la Polizia di Stato ha tratto in arresto un trentottenne, di origini campane e residente da diversi anni a Monfalcone (GO), e indagato in concorso la sua compagna, trentottenne anch’essa di origini campane.

L’uomo, pluripregiudicato e conoscitore del tessuto monfalconese, avvalendosi di una fitta rete di contatti a lui legati anche da vincoli familiari, di fatto dirigeva un ramificato traffico di stupefacenti, organizzando gli approvvigionamenti dal napoletano, il loro trasporto tramite corrieri e il successivo smercio della droga su piazza tramite vari  cavalli.

L’indagine, denominata “Operazione Lotar” e sviluppatasi da una costola di quella denominata  “Welfen”, ha avuto inizio nell’autunno del 2018 ed ha avuto un primo importante risultato investigativo lo scorso 5 gennaio, quando è stato arrestato un trentaquattrenne pluripregiudicato campano, residente a Monfalcone, mentre trasportava a bordo della sua autovettura 6 chilogrammi di hashish e 100 grammi di  cocaina.

Qualche giorno dopo è stato arrestato un quarantenne, fratello dell’uomo arrestato il 25 novembre scorso, il quale dopo essersi recato in Slovenia, è stato fermato con circa 20 grammi di cocaina. L’arresto del trentottenne campano ha concluso una lunga indagine durata diversi mesi, durante la quale gli investigatori del Commissariato di P.S. di Monfalcone, coordinati dalla Procura della Repubblica di Gorizia, hanno effettuato numerosi appostamenti, pedinamenti, sopralluoghi e complessi riscontri che hanno consentito di accertare il modus operandi  degli indagati e di stroncare l’attività criminosa.

Comunicato Stampa Questura di Gorizia