#Scoprilu: una giornata FAI a Siderno superiore

#Scoprilu: una giornata FAI a Siderno superiore

Bellissima, calda e accogliente la giornata dello scorso  26 dicembre, dedicata alla storia e al gioco, organizzata dal gruppo FAI Giovani Locride e Piana, con il patrocinio del Comune di Siderno. L’evento, incentrato sul risorgimento calabrese e sui suoi protagonisti, ha avuto inizio alle ore 10.00 del mattino, quando i Ciceroni del Gruppo FAI hanno accompagnato i visitatori lungo un percorso che ha toccato Palazzo Falletti e il suo Portale, oggi Monumento Nazionale, la casa di Michele Bello, quartier generale dell’insurrezione del 1847, dove i visitatori sono stati accolti con una preziosissima e originale interpretazione del giovane Bello ai tempi della rivolta; infine, la Chiesa di San Nicola di Bari, dove Bello e Verduci affissero l’ordinanza con la quale intendevano dare una svolta civile e democratica all’allora Distretto di Gerace.

I visitatori hanno anche avuto modo di entrare nel cuore di questo periodo storico osservando e leggendo importanti documenti storici del Risorgimento calabrese e relativi alle vicende legate ai Cinque martiri di Gerace. Così facendo, si è dato vita a un percorso attraverso pagine storiche segnate da grandi ideali e da un forte senso dell’identità, dove hanno trovato posto martiri e tiranni, eroi e oppressori.

Ampio spazio è stato dato alla storia di una Calabria che, nella sua veste primitiva e selvaggia, accolse con entusiasmo le idee di Mazzini, grazie alle quali venne coltivato il bisogno di un’Italia unita, comune, nuova. Fu proprio in questo periodo che Siderno rappresentò il luogo dove nutrire e coltivare le più nobili idee risorgimentali, dove cinque giovani poco più che ventenni divennero portatori del vento di rinnovamento che la Rivoluzione Francese aveva diffuso.

A tal proposito, uno sguardo particolare è stato rivolto alla storia di Michele Bello, quale figura di intellettuale impegnato nella vita politica della città e uomo attento ai bisogni delle classi più povere. Inoltre, il percorso ha toccato la figura di Francesco Saverio Falletti, sindaco e personaggio chiave del risorgimento sidernese. Ma il momento atteso della giornata è stato #Scoprilu, un quiz storico interamente dedicato al periodo storico trattato, nel quale si sono alternate storie, curiosità e leggende legate a importanti personaggi del tempo.

Il gioco ha avuto inizio alle ore 16.00 presso la Confraternita di Siderno Superiore ed è stato strutturato in due fasi principali: una prima parte, nella quale le squadre hanno dovuto riconoscere un personaggio storico nascosto, cimentarsi nella decifrazione di oscure iscrizioni e misurarsi in prove goliardiche; una seconda, alla quale hanno avuto accesso solo le squadre più forti, dove ha avuto luogo il gioco vero e proprio nelle vesti di un “chi vuol essere milionario storico”. Il quiz ha accolto nove squadre per un totale di quaranta partecipanti e ha dato la possibilità di vincere un viaggio fuori regione per quattro persone con la conseguente occasione di visitare un bene Fai. Non solo beni dimenticati e nascosti, ma anche importanti momenti di storia locale e nazionale hanno fatto da cornice ad un evento natalizio di ampio respiro, che porta la preziosa firma del FAI grazie alla collaborazione di tutti i volontari e, in particolare, del dott. Domenico Romeo, il cui supporto è stato fondamentale per l’organizzazione e i contributi storici forniti.