Si barrica in casa e minaccia di morte la moglie. Arrestato al termine di una lunga negoziazione

Si barrica in casa e minaccia di morte la moglie. Arrestato al termine di una lunga negoziazione

I Carabinieri del Comando Provinciale di Pisa, al termine di una lunga ed articolata trattativa, hanno arrestato un 31enne, che si era barricato in casa, sequestrandovi la moglie, armato di coltello, per i reati di maltrattamenti in famiglia, sequestro di persona e detenzione ai fini di spaccio di sostanza stupefacente. 


Più dettagliatamente, pochi minuti prima delle 4 del mattino, giungevano presso il 112, numero di Pronto Intervento dell’Arma, numerose telefonate di cittadini che segnalavano urla e lamenti provenire da un’abitazione del citato comune; immediatamente si concentravano sul posto le pattuglie della Compagnia Carabinieri di Pontedera (PI), cui si aggiungevano i colleghi del Reparto Operativo e l’Aliquota di Pronto Intervento della Compagnia Carabinieri di Pisa. L’uomo, nel frattempo,  percuoteva la donna, tenendola per i capelli e puntandole un coltello alla gola, arrivando altresì a minacciare di gettarla dalla finestra dell’appartamento posto ad un piano rialzato dal suolo.


Cominciavano le procedure di negoziazione con l’uomo, condotte dai militari dell’Arma, mentre i Vigili del Fuoco di Pisa e Cascina (PI) approntavano un materasso gonfiabile nell’eventualità che l’uomo adisse il proposito paventato.


Al termine della laboriosa trattativa, passate da poco le 6, l’uomo si arrendeva e si consegnava ai Carabinieri, mentre, contestualmente, la moglie, prontamente soccorsa dal personale del 118 intervenuto sul posto, veniva accompagnata presso l’Ospedale “Cisanello” di Pisa.
Si procedeva quindi ad un’accurata perquisizione del soggetto e della casa, che permetteva il rinvenimento del coltello utilizzato per minacciare la moglie ed un quantitativo di quasi 24 grammi di cocaina.


Al termine delle formalità di rito, l’uomo veniva dichiarato in stato di arresto e tradotto presso la Casa Circondariale di Pisa, a disposizione dell’Autorità Giudiziaria

Comunicato Stampa Comando Provinciale CC di pisa