Clamoroso: all’ospedale di Locri mancano i farmaci oncologici

Clamoroso: all’ospedale di Locri mancano i farmaci oncologici

Continua e peggiora la crisi della sanità locridea. Solo qualche settimana fa il segretario territoriale della Uil-Fpl, Nicola Simone, aveva lanciato l’allarme sulla difficoltà che incontra l’Ospedale di Locri a rifornirsi di medicinali, anche di quelli “salvavita”. Man mano che la farmacia dell’ospedale va ad esaurire le scorte di farmaci, gli operatori incontrano sempre più difficoltà a procurarsi quelli necessari al fabbisogno dei pazienti. Tra i reparti “critici” è presente anche quello di Oncologia che, a causa della mancanza del farmaco impiegato per la cura al tumore della vescica, ha dovuto interrompere la “continuità terapeutica” bloccando l’accesso a nuovi pazienti.

Secondo il Direttore della farmacia dell’ospedale la responsabilità di questa incredibile situazione sarebbe da attribuire all’Asp di Reggio Calabria che non avrebbe aderito alla nuova piattaforma nazionale “Nodo Smistamento Ordini”. Con l’entrata in vigore del decreto del ministero dell’Economia e delle Finanze infatti, tutti gli ordini di acquisto di beni della Pubblica Amministrazione devono passare proprio da questa nuova piattaforma. Proprio questa inadempienza – sottolinea Simone – rende difficile per l’ospedale di Locri e per tutte le altre strutture ospedaliere rifornirsi di medicinali.

Tagged with