Coronavirus in Calabria. La Santelli chiarisca. I calabresi hanno il diritto di essere informati.

Coronavirus in Calabria. La Santelli chiarisca. I calabresi hanno il diritto di essere informati.

Nel pomeriggio di ieri, attraverso una nota stampa apparsa sul sito della Regione Calabria, la neoeletta alla Presidenza Jole Santelli ha annunciato la presenza di un caso di Coronavirus in Calabria, a Cetraro (CS), notizia riportata, poco più tardi, alla conferenza stampa delle 18:00, dal Capo della Protezione Civile, Borrelli.

Da quella dichiarazione in poi, la Santelli sembra essere sparita. Mentre tutti gli altri presidenti di Regione comunicano continuamente ai cittadini la situazione dei casi di contagio e in che modo si sta agendo sul fronte istituzionale; la Calabria sembra essere terra di nessuno, dove nessuno governa, e quindi nessuno comunica; dove nessuno comunica ciò che sa o dove nessuno sa come stanno realmente, e quindi nessuno ha il diritto alla conoscenza.

In queste ore sono molte le notizie che hanno generato confusione introno al presunto caso di positività, tra smentite e conferme, ma ci sono organi preposti per dare comunicazioni ufficiali, e purtroppo non lo stanno facendo.

In tutto il Paese, sono i Presidenti di Regione ad aggiornare continuamente la popolazione, diffondendo tutte le notizie di cui sono al corrente per non lasciare i cittadini nella paura dell’ignoto, nell’inconsapevolezza del “Non si sa”.

I cittadini calabresi hanno il diritto di essere informati da fonti istituzionali. Jole Santelli, in qualità di Presidente della Regione Calabria, ha il dovere di tenere informati i cittadini e di fare chiarezza su eventuali dubbi, ha il dovere di diffondere le informazioni di cui è al corrente. Il popolo calabrese, come quello di tutte le altri regioni, ha il diritto di conoscere, perché è solo grazie all’informazione che si può allontanare la paura.

Ci auguriamo che la Governatrice della Calabria si attivi subito nel fare chiarezza e tenga costantemente aggiornata la popolazione sulla situazione dell’emergenza Coronavirus in Calabria.