Coronavirus, ordinanza del comune di Gioiosa. Fuda: “Niente allarmismo, bisogna essere responsabili”

Coronavirus, ordinanza del comune di Gioiosa. Fuda: “Niente allarmismo, bisogna essere responsabili”

Il Sindaco di Gioiosa Ionica, Salvatore Fuda, ha emesso un’ordinanza in merito al coronavirus che pubblichiamo integralmente.

Ha inoltre dichiarato: “Il nostro paese sta vivendo un momento particolarmente difficile ed impegnativo. Ciascuno di noi è chiamato ad assumere comportamenti responsabili. L’ordinanza per la raccolta dati sui flussi delle persone dai territori colpiti è una misura concordata insieme alle altre amministrazioni del territorio in una riunione nella serata di ieri, necessaria per avere un puntuale monitoraggio della situazione. Siamo costantemente in contatto con le autorità superiori per seguire l’evolversi della situazione.
La chiusura in via precauzionale delle scuole è un provvedimento proposto dalle regioni non interessate dai provvedimenti già assunti, ancora al vaglio del Governo; per cui si attende ancora di conoscere le determinazioni ufficiali.

Allo stato non c’è nessun provvedimento di chiusura delle scuole.

NON SERVE ALLARMARSI O FARSI PRENDERE DAL PANICO, MA SEMPLICEMENTE ASSUMERE I COMPORTAMENTI RESPONSABILI PER COME INDICATO”.

IL TESTO INTEGRALE DELL’ORDINANZA

OGGETTO: Emergenza sanitaria per COVID-19 (Coronavirus).

IL SINDACO

Tenuto conto che l’Organizzazione mondiale della Sanità il 30 gennaio 2020 ha dichiarato l’epidemia da COVID-19 (Coronavirus) un’emergenza di sanità pubblica di rilevanza internazionale;

Preso atto dell’evolversi della situazione epidemiologica e, segnatamente, del carattere particolarmente diffusivo dell’epidemia e dell’incremento dei casi sul territorio nazionale;

Vista la nota della Presidente della Regione Calabria, pubblicata sul relativo sito web istituzionale il 23/02/2020 alle ore 21:56, con la quale si invitano i cittadini calabresi che in queste ore rientreranno dalle regioni del Nord Italia interessate dall’espansione epidemica, oltre che dalle altre aree internazionali già definite a rischio (Cina soprattutto), a comunicare alle autorità sanitarie locali il loro rientro in modo da valutare misure di quarantena attiva volontaria presso il proprio domicilio anche in assenza di sintomi;

Ritenuta la straordinaria necessità ed urgenza di emanare disposizioni per contrastare l’eventuale diffusione del virus sul territorio locale, adottando misure di contrasto e contenimento;

Visto il Decreto legge 23 febbraio 2020, n. 6, “Misure urgenti in materia di contenimento e gestione dell’emergenza epidemiologica da COVID-19”;

Vista l’ordinanza contingibile e urgente n. 1 del Ministero della Salute del 23/02/2020 e la Circolare della Direzione Generale della Prevenzione Sanitaria del 22/02/2020;

Visto il DPCM del 23/02/2020;

Visto l’art 50, co. 5, del D.Lgs 267/2000 che recita espressamente: “In particolare in caso di esigenze sanitarie o di igiene pubblica a carattere esclusivamente locale le ordinanze contingibili urgenti sono adottate dal Sindaco quale rappresentante della Comunità locale…”;

Visto l’art 50, co. 6, del D.Lgs 267/2000 a norma del quale: “In caso di emergenza che interessi il territorio di più comuni, ogni Sindaco adotta le misure necessarie fino a quando non intervengono i soggetti competenti…”;

Ravvisata l’esigenza nonché l’urgenza di adottare provvedimenti a tutela della salute pubblica su tutto il territorio comunale in coerenza con le disposizioni sopra citate;

ORDINA

a tutti coloro che rientrano sul territorio comunale provenendo o avendo transitato o sostato dal 1 febbraio 2020 nei Comuni interessati dall’espansione epidemica, indicati dall’allegato 1 DPCM 23/02/2020 (Lombardia: Bertonico, Casalpusterlengo, Castelgerundo, Castiglione D’Adda, Codogno, Fombio, Maleo, San Fiorano, Somaglia, Terranova dei Passerini; Veneto: Vò Euganeo), oltre che dalle altre aree internazionali già definite a rischio (soprattutto Cina, Giappone, Corea del Sud, Corea del Nord ed Iran), di comunicare il loro rientro in modo da valutare ogni misura necessaria da attuare, ivi compresa la quarantena attiva volontaria presso il proprio domicilio anche senza sintomi, ai seguenti Enti:

  • al medico di famiglia;
  • al Dipartimento di Prevenzione dell’ASP competente per territorio individuato nel Dipartimento di Microbiologia e Virologia del Grande Ospedale Metropolitano Bianchi – Melacrinò – Morelli di Reggio Calabria – Tel. 0965 397111;
  • al numero verde Calabria per segnalazioni Coronavirus 800 767676;
  • alle strutture indicate dalla Regione Calabria: Ospedale Pugliese di Catanzaro Malattie Infettive – tel. 0961.883346 e 0961.883016;
  • al Ministero della Salute numero nazionale emergenza 1500;
  • al Comando Polizia Municipale al numero 0964.51537 o tramite e-mail all’indirizzo pmgioiosaionica1957@tiscali.it o via Whatsapp al numero 331 1301997.

ORDINA

  • alle locali autorità scolastiche di segnalare la presenza di personale docente, studentesco o ausiliario proveniente dalle aree interessate dall’espansione epidemica*;
  • agli operatori economici presenti sul territorio comunale di segnalare la presenza di clienti o fornitori provenienti dalle aree interessate dall’espansione epidemica*;
  • segnatamente, agli operatori economici del settore alberghiero e dell’ospitalità in genere, di segnalare la presenza di ospiti provenienti dalle aree interessate dall’espansione epidemica*;
  • alle locali autorità scolastiche nonché agli organizzatori di eventi, di non tenere o non organizzare, presso le strutture di relativa competenza, convegni o qualsiasi altro evento che preveda l’arrivo di partecipanti dalle aree interessate dall’espansione epidemica*.

*per aree interessate dall’espansione epidemica si intendono le aree indicate dall’allegato 1 DPCM 23/02/2020.

INVITA

i soggetti provenienti da altri comuni delle regioni interessate dall’espansione epidemica (Lombardia, Piemonte, Veneto, Emilia Romagna, nonché dalle altre regioni che le autorità superiori identificheranno in considerazione dell’evolversi della situazione), che alla data attuale non sono soggetti a specifici obblighi derivanti da ordinanze emanate dalla autorità superiori, al fine di consentire un efficace monitoraggio delle presenze sul territorio comunale di soggetti che dopo il 1 febbraio 2020 hanno sostato o sono transitati dalle predette regioni, a voler:

  1. comunicare al Comando Polizia Municipale al numero 0964.51537 o tramite e-mail all’indirizzo pmgioiosaionica1957@tiscali.it o via Whatsapp al numero 331 1301997  i seguenti dati:
    1. Nome e cognome
    1. Luogo e data di nascita
    1. Residenza o domicilio abituale di certa reperibilità nel territorio comunale
    1. Numero telefonico utenza fissa
    1. Numero telefonico utenza mobile
    1. Altro numero telefonico di congiunti e/o conviventi (indicare cognome e nome)
    1. Data di arrivo a Gioiosa Ionica
    1. Luogo di provenienza
    1. Indirizzo completo dell’ultimo domicilio prima del rientro
    1. Mezzo di trasporto usato per il rientro con indicazione della data del viaggio, numero di volo, aeroporto di partenza e aeroporto di arrivo, eventuale bus navetta; ovvero data del viaggio, numero di treno, stazione di partenza e stazione di arrivo, eventuale bus navetta
    1. Nome del Medico di Assistenza Primaria
  2. al medico di famiglia;
  3. al numero verde Calabria per segnalazioni Coronavirus 800 76 76 76;
  4. valutare l’opportunità di attivare misure di quarantena attiva presso il proprio domicilio.

INVITA

  • le locali autorità scolastiche nonché gli organizzatori di eventi, di valutare l’opportunità di tenere od organizzare, presso le strutture di relativa competenza, convegni o qualsiasi altro evento che preveda l’arrivo di partecipanti da aree già definite a rischio (Lombardia, Piemonte, Veneto e Emilia Romagna, nonché dalle altre regioni che le autorità superiori identificheranno in considerazione dell’evolversi della situazione).

RACCOMANDA

  • a tutti i cittadini di rispettare tutte le misure igieniche e sanitarie già ampiamente diffuse dalle organizzazioni sanitarie riconosciute;
  • a tutti i cittadini che ne ravvisino l’esigenza, di contattare il numero verde Calabria per segnalazioni Coronavirus 800 767676, il numero di emergenza 1500 nonché i numeri 0961883346 e 0961883016, resi noti dalla Regione Calabria.

DISPONE

che la presente Ordinanza venga:

  1. pubblicata nell’Albo Pretorio On Line del Comune.
  2. notificata tramite PEC:
    1. UTG – Prefettura di Reggio Calabria;
    1. Regione Calabria;
    1. Città Metropolitana di Reggio Calabria;
    1. APS di Reggio Calabria;
    1. Dirigente scolastico Istituto Comprensivo Gioiosa Ionica – Grotteria;
    1. Dirigente scolastico dell’I.I.S. “Umberto Zanotti Bianco”;
    1. Responsabile Area B – Amministrativa del Comune di Gioiosa Ionica;
    1. Responsabile Area C – Tecnica del Comune di Gioiosa Ionica;
    1. Responsabile Area E – Vigilanza del Comune di Gioiosa Ionica;
    1. Comandante Stazione Carabinieri di Gioiosa Ionica.
  3. di notificarla ai medici di famiglia operanti sul territorio comunale:
  4. Dott. Riccardo Macrì Demartino;
  5. Dott.sa Benilde Furfaro;
  6. Dott. Demetrio Iero;
  7. Dott. Giulio Papandrea;
  8. Dott. Nicola Tropea;
  9. Dott.sa Maria Rosaria Oporto (Pediatra);
  10. Dott.sa Stefania Totino (Pediatra);
  11. Dott. Giovanni Vermiglio (Pediatra).

AVVERTE CHE

  • la presente ordinanza ha decorrenza immediata e fino a successiva revoca, fatte salve eventuali e successive disposizioni;
  • l’eventuale incauta inosservanza alla presente Ordinanza che dovesse originare pregiudizio alla salute pubblica sarà perseguita ai sensi di legge.

INFORMA

che contro il presente provvedimento può essere proposto ricorso al Tribunale Amministrativo della Regione Calabria entro 60 giorni dalla notifica o comunque dalla piena conoscenza dello stesso, ai sensi della L. 6 dicembre 1971, n. 1034, oppure, in via alternativa, ricorso straordinario al Presidente della Repubblica, entro il termine di 120 giorni dalla notifica o dalla piena conoscenza del provvedimento medesimo, ai sensi del D.P.R. 24 novembre 1971, n. 1199.

Il Sindaco

Salvatore Fuda