Fratelli calabresi scomparsi in Sardegna, si teme il peggio

Fratelli calabresi scomparsi in Sardegna, si teme il peggio

Svolta nelle indagini riguardanti la scomparsa dei fratelli Massimiliano e Davide Mirabello di Vibo Valentia scomparsi domenica scorsa a Dolianova (Cagliari) dove vivevano da qualche anno.

Sulla strada in cui è stata ritrovata bruciata la Polo Volkswagen su cui si erano allontanati i fratelli sono state ritrovate delle tracce di sangue.

Analizzate dagli specialisti del Ris di Cagliari le tracce di DNA recuperate sono compatibili con quelle dei fratelli Mirabello.

In Sardegna e in Calabria tra i parenti e gli amici regna il pessimismo, ogni giorno che passa si riducono le speranze di ritrovarli vivi. Un cugino intervistato ha dichiarato – “Sono convinto che qualcuno li ha già fatti fuori…spero solo che facciano ritrovare i corpi, almeno sappiamo dove poter andare per lasciare un fiore”

In passato uno dei cani dei ragazzi era stato ritrovato ucciso e la sua carcassa lasciata in bella vista, questo aveva creato dissapori con un pastore del posto ma ancora non è chiaro se quest’episodio sia collegato alla scomparsa.

Le indagini proseguono ma si teme il peggio.