Gioiosa, il 118 non risponde per un’ora. Anziana donna muore

Gioiosa, il 118 non risponde per un’ora. Anziana donna muore

Scoppia un incendio in casa e una donna di 97 anni viene miracolosamente portata all’esterno dell’edificio. Sarebbe potuta essere una storia a lieto fine, ma la tragedia, si sa, è dietro l’angolo. Il nipote dell’anziana donna, Giuseppe Coluccio, nonché assessore comunale di Marina di Gioiosa Ionica, chiama per un’ora di fila il 118, ma nessuno alla centrale operativa sembra rispondere.

Erano le sette del mattino quando a casa della malcapitata, forse a causa della stufa, fiamme e fumo circondano in breve tempo la stanza. I familiari prontamente riescono a portarla all’esterno dell’edificio. Stando alle testimonianze, la donna respirava ancora quando è stata portata fuori. Subito la chiamata al 118, ma nessuno risponde dall’altro capo del telefono. Intanto, le forze dell’ordine ed i vigili del fuoco, avvertiti, intervengono tempestivamente sul posto. I familiari, attoniti, assistono alla tragedia. Forse un tempestivo intervento medico avrebbe potuto salvare la vita della novantasettenne. Coluccio non ci sta e punta il dito contro il 118 e sui social scrive:

“Nella Locride non esiste il diritto alla vita ma solo l’obbligo alla morte. Dalle 07:15 alle 08:45 il 118 non ha mai risposto al telefono. Nessuno potrà restituirmi mia nonna ma vi assicuro che chi ha responsabilità ne pagherà le conseguenze.”

Rispondi