Trasforma la propria abitazione in un luogo di spaccio. Arrestato

Trasforma la propria abitazione in un luogo di spaccio. Arrestato

Un giovane italiano di 22 anni, proveniente dalla provincia di Foggia, ma residente nel capoluogo in Viale Ofanto trasforma la propria abitazione in un laboratorio per il confezionamento e lo spaccio di sostanze stupefacenti. Nottetempo riceve in casa la visita di un cliente la cui condotta insospettisce i Poliziotti che, setacciando l’appartamento, rinvengono sostanze stupefacenti, strumenti per il confezionamento e una cospicua somma di denaro contante.

Ieri notte, intorno alle 3,30, un equipaggio del Reparto Prevenzione Crimine “Puglia Centrale” di Bari, nella consueta attività di controllo del territorio lungo le strade cittadine intravede un giovane appiedato che, accortosi della presenza dei Poliziotti, frettolosamente si introduce nel portone di ingresso di un condominio ubicato su Viale Ofanto, dopo avere suonato insistentemente un campanello del citofono condominiale.

L’atteggiamento sospetto del ragazzo inducono gli Agenti ad effettuare un approfondimento ed entrati nell’androne si accorgono che il giovane, per sottrarsi al controllo, si stava dando alla fuga salendo velocemente le scale.

I Poliziotti decidono di seguirlo e giunti al secondo piano dell’edificio si accorgono che il ragazzo si introduce in un appartamento ma, nella fretta, non si avvede di non avere chiuso bene la porta alle sue spalle. Con le dovute cautele gli Agenti si qualificano ed entrano nell’abitazione. L’appartamento si presenta con le luci accese, in totale disordine ed in pessime condizioni igieniche. L’ambiente, inoltre, era fortemente intriso da un forte odore di marijuana.

Entrando in cucina, i Poliziotti si avvedono che sul tavolo è presente della marijuana essiccata nonché tutto il materiale necessario per il confezionamento delle singole dosi e cioè delle buste di cellophane, delle forbici, un taglierino e un bilancino di precisione.

L’ispezione veniva estesa agli altri ambienti ed in una stanza veniva ritrovato il fuggitivo in compagnia di un altro giovane che è risultato essere l’affittuario dell’appartamento. Agli operatori il fuggiasco ha riferito di essere un consumatore abituale di sostanze stupefacenti e di essersi recato nell’abitazione del suo fornitore per effettuare un acquisto.

In presenza dell’affittuario, un ragazzo ventiduenne incensurato ed originario di un paesino dell’hinterland foggiano, gli Agenti effettuano un più accurato controllo rinvenendo altra sostanza stupefacente del tipo hashish e cocaina, quest’ultima già confezionata in 14 dosi, nonché della sostanza da taglio. Infine, in camera da letto, rinvengono una somma pari a 3.400,00 Euro in denaro contante, suddivisa in banconote di piccolo taglio e monete, provento dell’attività di spaccio.

Tutto il materiale rinvenuto, unitamente alla somma di denaro, veniva sequestrato mentre il giovane inquilino dell’appartamento veniva dichiarato in arresto per detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti. Il Sostituto Procuratore della Repubblica di Foggia di turno disponeva che lo stesso rimanesse sottoposto alla misura pre cautelare degli arresti domiciliari in attesa del giudizio direttissimo.

Comunicato Stampa Questura di Foggia