Coronavirus: autocertificazione fasulla? si rischiano 12 anni di carcere

Coronavirus: autocertificazione fasulla? si rischiano 12 anni di carcere

Diventano più severe le pene per chi dichiara il falso.

Per contrastare maggiormente la diffusione del Coronavirus il Ministro dell’Interno Luciana Lamorgese ha deciso di inasprire la pena per chi dichiara il falso nelle autocertificazioni. Se prima si rischiava una multa e una pena con un massimo di 3 mesi di reclusione, con il nuovo modello di autocertificazione si dovrà specificare di non essere malati e/o in quarantena. Chi mente potrebbe essere denunciato per reato contro la salute pubblica e rischiare fino a 12 anni di carcere.

Il ministro invita i prefetti e il capo della polizia ad essere più rigorosi nei controlli.

  1. ma scusate io come posso dichiarare di non avere avuto il coronavirus (potrei averlo ma non avere i sintomi), se non fanno tamponi o almeno per farli devi essere ammalato o farli privatamente (ma non so il costo), ma anche se voglio farli li devo fare ogni giorno o ogni tot giorno.
    Dichiarare se sono stato in quarantena quello si.

  2. Domanda:
    autocertificare per la quarantena va bene (se sono stato in quarantena oppure no)
    ma autocertificare se ho il coronavirus come posso farlo?
    io potrei avere il coronavirus ma non è detto che o i sintomi (potrei essere asintomatico “Fonte:wikipedia Solitamente alcune malattie possono non mostrare sintomi fino a quando il paziente scopre di esserne affetto con esami di routine o per altri motivi”), per scoprire se ho il virus dovrei fare il tampone (che per quello che so lo fanno con i sintomi o in particolari situazioni), o farli da privato (ma non so il costo), comunque il tampone anche se lo facessi risulterebbe positivo (se cosi ovvio avvierò la procedura per quarantena avvisando le autorità di competenza ma se è negativo dovrei farlo ogni giorno o tot giorno?

Comments are closed.