Sciolto per mafia il comune di Stilo

Sciolto per mafia il comune di Stilo

Un terremoto giudiziario ha scosso questa mattina la cittadina di Stilo.

L’ex sindaco Giancarlo Miriello e l’ex assessore comunale, Luigi Stillitano, sono stati dichiarati incandidabili dai giudici del tribunale di Locri.

In seguito a questa decisione i 2 ex amministratori «non potranno essere candidati alle elezioni per la Camera dei deputati, per il Senato e per il Parlamento europeo nonché alle elezioni regionali, provinciali, comunali e circoscrizionali, limitatamente ai primi due turni elettorali successivi allo scioglimento del Comune di Stilo».

La commissione di indagine ha dichiarato che «la continuità della presenza della criminalità organizzata nel territorio interessato ha fornito una visione d’insieme dell’agire amministrativo come fortemente caratterizzato da irregolarità nel processo di formazione della volontà dell’ente, orientandole quindi, causalmente, al collegamento con il fenomeno consortile».