Sferra calci alla porta di un’abitazione dove moglie e figli si erano rifugiati per sfuggirgli: in manette un crotonese

Sferra calci alla porta di un’abitazione dove moglie e figli si erano rifugiati per sfuggirgli: in manette un crotonese

I carabinieri della sezione radiomobile della Compagnia di Crotone hanno arrestato un 38enne disoccupato del luogo, resosi responsabile di maltrattamenti in famiglia.

I militari sono intervenuti a seguito di segnalazione di un uomo intento a sferrare calci alla porta d’ingresso di un’abitazione dove la moglie e i figli si erano rifugiati dalla sera prima a causa dei continui dissidi con l’uomo. L’arrestato, inoltre, ha anche posto resistenza ai militari intervenuti.

Terminate le formalità di rito è stato tradotto presso la casa circondariale di Crotone, come disposto dalla Procura della Repubblica presso il Tribunale di Crotone.

Ufficio Stampa Comando Provinciale CC Crotone