Figuraccia di Trifoli sulla stampa piemontese. Annuncia la morte per Coronavirus di riacese emigrata ma la famiglia smentisce

Figuraccia di Trifoli sulla stampa piemontese. Annuncia la morte per Coronavirus di riacese emigrata ma la famiglia smentisce

Il sindaco di Riace, Antonio Trifoli, continua ad utilizzare impropriamente facebook. Nei giorni scorsi ha annunciato la morte per Coronavirus di una signora riacese emigrata in Piemonte, indicandone anche le generalità.

Col suo post il sindaco di Riace intendeva esprimere il proprio cordoglio per la persona deceduta. Eppure quella notizia non è vera.

A Poirino, dove risiedeva la donna, in molti hanno cominciato a chiedersi se anche i familiari della vittima potessero essere stati infettati dal Coronavirus. Ed è proprio la famiglia della povera donna, insieme agli amministratori del paese, a smentire che il decesso della signora sia dovuto al Coronavirus.

Il Corriere di Chieri ha titolato in questo modo:

Insomma, il sindaco ha rilanciato una notizia falsa e si è giustificato dicendo che glielo avrebbe detto “una cugina”. Nessuno scrupolo di verificare la fondatezza di una notizia di tale portata, prima di diffonderla. “Me l’ha detto la cugina” è una giustificazione a dir poco ridicola per chi rappresenta una istituzione.