Giovane poetessa riacese: “La Calabria è l’abbraccio della famiglia quando rientri a casa”

Giovane poetessa riacese: “La Calabria è l’abbraccio della famiglia quando rientri a casa”

La Calabria è un viaggio in treno lunghissimo
È l’abbraccio della famiglia quando rientri a casa dopo tanto tempo e ti chiede :” sei arrivata? “ quanto vai via ?”
È la macchinetta pronta del caffè ad ogni ora del giorno
È il posto dove tutti sanno “a chi appartieni”
È il profumo della salsedine nell’aria
È la balconata che si affaccia sul mare
Sono i vecchietti che giocano a carte per le vie dei borghi.
La Calabria è sole che risplende nei cuori di tutte le persone che la popolano.


È la nduja sul pane con i pomodorini freschi.
La Calabria è quella terra che accoglie tutti calorosamente, e indistintamente dal colore della pelle, religione o cultura.
La Calabria è un posto magico dove il tempo non scorre mai, dove una lacrima scende sempre sul volto prima di partire.
La Calabria è sinonimo di valori, di bellezza di cultura, che difficilmente si china alle provocazioni di giornalai venduti e vuoti.
La Calabria è la mia terra, e la porto sempre con me. “

Benedetta Pia Apicella