Trasferito al Nord chiede ai figli, rimasti in Calabria, i soldi per acquistare la droga

Trasferito al Nord chiede ai figli, rimasti in Calabria, i soldi per acquistare la droga

Nel corso di questa settimana, nell’ambito dei servizi di controllo del territorio e del “Piano di Azione Nazionale e Transnazionale – Focus ‘ndrangheta” sono stati conseguiti i seguenti risultati:

  • arrestate nr. 02 persone;
  • deferite all’Autorità Giudiziaria in stato di libertà nr. 03 persone;
  • segnalate all’Autorità Amministrativa, in quanto assuntori di sostanze stupefacenti, nr. 07 persone;
  • controllate nr. 16 persone sottoposte a misure di sicurezza;
  • identificate nr. 698 persone;
  • controllati nr. 324 veicoli (anche con sistema Mercurio);
  • effettuati numerosi posti di controllo;
  • elevate nr. 04 sanzioni per violazioni al Codice della Strada;
  • effettuati nr. 13 fermi/sequestri amministrativi e/o penali;
  • effettuate nr. 26 perquisizioni;
  • effettuati nr. 08 accompagnamenti presso questi Uffici per identificazione;
  • effettuati nr. 259 controlli amministrativi.

Nel corso della settimana, in relazione alle norme anti COVID-19, nell’ambito di appositi servizi di controllo straordinario, personale della Questura di Crotone unitamente a personale del Reparto Prevenzione Crimine di Cosenza, ha sanzionato nr. 02 persone, ai sensi del D.L. n. 19 del 25 marzo 2020, in quanto in circostanze diverse, questi venivano sorpresi lungo le vie cittadine senza giustificato motivo.

Nella mattinata di sabato 9 maggio 2020, personale della Squadra Mobile all’esito di mirati servizi per la prevenzione e repressione dei reati in materia di sostanze stupefacenti, ha tratto in arresto, per il reato di cui all’art. 73 D.P.R. 309/90, S. U. crotonese classe 1972, ivi residente, poiché trovato in possesso di una busta di cellophane di colore trasparente, contenente sostanza stupefacente del tipo “marijuana”, del peso netto totale di gr. 445, opportunamente sequestrata.

Nel pomeriggio di sabato 9 maggio 2020, personale della Squadra Volanti ha rinvenuto e posto sotto sequestro a carico di ignoti, una bustina di cellophane contenente gr. 1,80 di sostanza stupefacente del tipo “marijuana” e una bustina di cellophane contenente gr. 1,40 di sostanza stupefacente del tipo “hashish”.

Nella medesima serata, personale della Squadra Volanti ha segnalato al Sig. Prefetto, ai sensi dell’art. 75 D.P.R. 309/90, poiché assuntori di sostanze stupefacenti, L. V. nato a Genova classe 1981, trovato in possesso di gr. 1,50 di sostanza stupefacente del tipo “cocaina” e L. S. crotonese classe 1984, trovato in possesso di gr. 0,56 di sostanza stupefacente del tipo “eroina”, il tutto debitamente posto sotto sequestro.

Nella giornata del 10 maggio u.s., personale della Squadra Volanti ha segnalato al Sig. Prefetto, ai sensi dell’art. 75 D.P.R. 309/90, in quanto assuntori di sostanza stupefacente due cittadini crotonesi, F. F. classe 1988, trovato in possesso di gr. 4,06 di sostanza stupefacente del tipo “marijuana” e S. G. classe 1983, trovato in possesso di gr. 1,90 di sostanza stupefacente del tipo “marijuana”, il tutto debitamente sequestrato.

Nella giornata di mercoledì 13 maggio 2020, personale della Squadra Mobile ha notificato, nei confronti di R. F. crotonese classe 1984, un’ordinanza di applicazione della misura cautelare della custodia in carcere.

Maltrattamenti in famiglia ed estorsione nei confronti dei figli, sono i reati contestati.

La condotta del R. F. consumatore abituale di stupefacenti, si estrinsecava in una pluralità di atti delittuosi, consistenti in insulti, minacce e violente aggressioni fisiche, originati dal rifiuto dei figli di corrispondergli del denaro per l’acquisto di droga.

Inoltre, nonostante si fosse trasferito in una regione del nord alla ricerca di lavoro, non ha cessato di minacciare i figli rimasti a Crotone, obbligandoli ad effettuare, a più riprese ricariche online, per un importo complessivo di svariate centinaia di euro.

L’operazione conferma l’incessante attività che viene svolta quotidianamente dalla Polizia di Stato della provincia di Crotone nonostante il perdurare dell’emergenza epidemiologica che impegna quotidianamente e costantemente il personale della Questura di Crotone nelle intense attività di controllo per l’osservanza delle misure finalizzate al contenimento delle disposizioni del Covid-19.

Nella medesima giornata, personale della Squadra Volante ha deferito in stato di libertà O. E. crotonese classe 1971, ivi residente, con precedenti di Polizia, perché resosi responsabile del reato di “porto di armi od oggetti atti ad offendere”, “lesioni personali” e “minacce aggravate”. Nella circostanza, il predetto veniva trovato in possesso di un coltello a serramanico della lunghezza totale di cm 20. Lo stesso veniva inoltre segnalato amministrativamente al sig. Prefetto, ai sensi dell’art. 75 D.P.R. 309/90 in quanto assuntore di sostanze stupefacenti, poiché trovato in possesso di gr. 1,9 di sostanza stupefacente del tipo “marijuana”, opportunamente sequestrata.

Nella giornata del 14 maggio 2020, personale della Squadra Volanti ha deferito all’A.G. M. A., crotonese classe 1991, in quanto inosservante delle prescrizioni della Misura di Prevenzione della Sorveglianza Speciale di P.S. Inoltre è stato segnalato al Sig. Prefetto in quanto assuntore di sostanza stupefacente poiché all’esito del controllo era in possesso di gr. 0,52 di sostanza stupefacente del tipo “marijuana”, debitamente sequestrata

Nella stessa serata, in questo centro cittadino, medesimo personale rinveniva a carico di ignoti un involucro con gr. 0,45 di sostanza stupefacente del tipo “cocaina”, debitamente sequestrata.

Nel pomeriggio di venerdì 15 maggio u.s., personale della Squadra Volante ha deferito in stato di libertà E. M. crotonese classe 1999, ivi residente, con numerosi precedenti di Polizia, perché resosi responsabile dei reati di “percosse” e “minaccia grave”.

Ufficio Stampa Questura Crotone