Fermiamo la violenza fascista

Fermiamo la violenza fascista

Molto molto bene. Lo Stato fa lo Stato. La legge viene applicata.
Grazie alla Questura di Roma e alla Procura di Roma.

Al termine di un’ indagine condotta dalla Digos, la Procura della Repubblica capitolina ha chiesto ed ottenuto dal gip il sequestro preventivo, con riferimento al reato di occupazione abusiva, dell’immobile in via Napoleone III, storica sede del movimento CasaPound.

Tra gli indagati alcuni dei vertici del movimento di estrema destra, tra cui Gianluca Iannone, Andrea Antonini e Simone Di Stefano: per loro l’ipotesi di reato è quella di associazione a delinquere finalizzata all’istigazione all’odio razziale e occupazione abusiva di immobile.

Intanto come ci avvisa di nuovo Berizzi da la Repubblica per il raduno neofascista degli ultras del calcio del 6 Giugno prossimo a Roma, fervono i preparativi: “E Roma sia, stiamo arrivando merde!”. “Le piazze diventeranno il vostro incubo”. “Preparatevi alla battaglia”. E ancora. “Partiamo dalle curve per infiammare le strade”. “Monta la rabbia, l’onda nera pronta alla battaglia”. “Andiamo a Roma così, poi vediamo se il governo non cade subito”. Slogan corredati da fotografie di rivolte e scontri. “

Parole di odio e di violenza di colore nero come i passamontagna che vogliono indossare, per questo scempio ultras del diritto di manifestare.

Emanuele Fiano