I calabresi si indignano per EasyJet ma hanno dimenticato gli insulti della Lega

I calabresi si indignano per EasyJet ma hanno dimenticato gli insulti della Lega

Easyjet ha scritto una puttanata colossale, un’idiozia conclamata ancor prima che un’offesa, vittima anch’essa dei pregiudizi e degli stereotipi che da sempre condannano i calabresi ad uno status quasi strutturale d’inferiorità.

Ma la reazione di molti calabresi, anche di quelli che contano, mi stupisce comunque in modo significativo: sono gli stessi calabresi che oggi hanno dimenticato insulti e soprusi di settori specifici della politica e dell’economia nazionali, gli stessi calabresi che votano e sostengono forze politico-culturali che per decenni hanno trattato la nostra terra come la schifezza d’Italia e come un fardello di cui sarebbe stato meglio liberarsi tout court.

Coerenza e rispetto, cari calabresi: questa terra – così bella e così disgraziata – la si difende ogni giorno fuori da ogni ipocrisia di parte, la si difende soprattutto evitando di vendersi regolarmente al potente di turno.