La “trasparenza” di Jole Santelli

La “trasparenza” di Jole Santelli

Ma davvero avete anche trovato una scusa per giustificare il fatto che il consiglio regionale di ieri si è tenuto a porte chiuse?

Ricapitolando:
– affermate quotidianamente che il contagio in Calabria è stato azzerato.
– invitate l’Italia intera a venire in Calabria
– invitate a cena i governatori delle altre Regioni
– avete aperto bar, ristoranti e lidi in anticipo rispetto alle tempistiche date dal Governo.

E ora, dopo aver affermato che i giornalisti calabresi sono “cattivi”, chiudete loro la porta in faccia.
Un attacco alla libertà di stampa e soprattutto alla cittadinanza tutta.
I calabresi hanno il diritto di sapere. Abbiamo il diritto ad essere informati.
Ti ricordo, cara Jole, che sei stata tu ad affermare che avresti messo le telecamere anche dentro il tuo ufficio perché “la trasparenza prima di tutto”.

Ma “trasparenza” inteso che non vi deve vedere nessuno?