Potere al Popolo: “Continua l’abbraccio mortale tra la destra italiana e la ‘ndrangheta”

Potere al Popolo: “Continua l’abbraccio mortale tra la destra italiana e la ‘ndrangheta”

LA DESTRA CHE SI SCOPRE MAFIOSA

Dalla pagina facebook Potere al Popolo – Verona

«Nel cuore arde sempre la fiamma, l’idea della destra, ma che sia una destra di governo che possa portare in Europa in questo momento i propri valori».

Così aveva dichiarato Andrea MIglioranzi l’anno scorso mentre entrava a far parte di Fratelli d’Italia, il partito di Giorgia Meloni. E’ il sesto militante di Fratelli d’Italia, in pochi mesi, arrestato in indagini riguardanti la mafia.

E’ di ieri la notizia che Andrea MIglioranzi, storico esponente della destra neofascista scaligera, già bassista del gruppo naizrock Gesta Bellica e successivamente politico in carriera nelle municipalizzate locali, sia finito ai domiciliari nel corso di un’inchiesta sulla ‘ndrangheta a Verona.

Nello specifico, ad incastrare MIglioranzi, è una telefonata del braccio destro del boss mafioso Antonio Giardino: «Andiamo!…È contento, gli ho dato 3mila euro! Gli ho detto che ha da sistemare la sua fidanzata», dice Nicola Toffanin riferendosi ad Andrea Miglioranzi, all’ora presidente di Amia.

E a finire tra gli indagati, per peculato, vi è anche il nostro storico e tanto amato sindaco sceriffo, riscopertosi moderato, Flavio Tosi.

Sull’inchiesta –> https://tinyurl.com/yb7deatc

Sulla biografia politica di MIglioranzi –> https://tinyurl.com/yb5hweop

Sui militanti di FdI arrestati in corso di indatigi contro la mafia –> https://tinyurl.com/y9vndqbf