Tornano i murales a Riace

Tornano i murales a Riace

Tre artisti calabresi, Antonino Perrotta e Francesco Cirillo di Diamante e Simona Ponzù Donato di Lametia terme, giovedì e venerdì prossimo, dipingeranno il muro del Frantoio sociale di Riace.

Gli artisti dipingeranno scene di lavoro contadino legato alla raccolta delle olive ed al trasporto con gli asini del raccolto. Il progetto Frantoio di Comunità, è partito questo anno ed è completamente autonomo. Quest’ anno alla raccolta delle olive, vi hanno lavorato una ventina di persone (riacesi e migranti) assunte con contratti regolari. Il Frantoio ha lavorato bene, l’olio è risultato di ottima qualità ed è già apprezzato in tutta Italia. La produzione e la vendita dell’olio hanno garantito delle entrate che sono servite a coprire i costi delle persone che vi hanno lavorato. Più in generale, il lavoro dell’olio ha rappresentato una rivitalizzazione del borgo e una prima realizzazione di quello che è l’obiettivo per far ripartire Riace.

Proseguono anche i lavori per la bottega del fabbro di Mastro Bruno. Anche qui quando i lavori di ristrutturazione verranno terminati, all’esterno vi sarà dipinto un murale a ricordo di quanto sia stato importante a Riace la lavorazione del ferro e la battitura dei ferri pe gli asini.

Venerdì 26, i volontari dell’associazione La Terra di Piero, cominceranno a portare gli attrezzi per far partire la forgia. Antonino Perrotta è l’ideatore dell’OSA street art di Diamante che per due anni consecutivi ha portato nel paese della Riviera dei cedri i migliori street artisti di europa che hanno realizzato dipinti su grandi palazzi del paese. “ Se ci saranno le condizioni- dicono Cirillo e Perrotta- questa estate ripeteremo l’azione qui a Riace , portando qui artisti da tutta Europa” .