Salvini andrà a processo. Nessuno è al di sopra della legge

Salvini andrà a processo. Nessuno è al di sopra della legge

Il Senato ha votato a favore dell’autorizzazione a procedere nei confronti di Matteo Salvini.
Tradotto: ha votato perché la Giustizia faccia il suo corso, perché nessuno è al di sopra della legge. Nemmeno un ex Ministro.

Ma una cosa ci teniamo a dire a Salvini, che in risposta al voto dell’Aula ha dichiarato di volersi tenere stretto la Costituzione: fai bene.

La nostra Carta, sul rispetto dei diritti inviolabili dell’uomo, non scherza affatto.
E nemmeno sul diritto d’asilo.

Siamo fieri del voto di oggi. Che non è un voto contro qualcuno, no.
Ne siamo fieri perché è un voto in difesa dello Stato di Diritto, della separazione dei poteri, e della dignità delle persone.

Stefano Vaccari