Il ponte di Genova inaugurato da un prete con un rito magico. Vergogna italica!

Il ponte di Genova inaugurato da un prete con un rito magico. Vergogna italica!

Nel nostro paese è ancora considerato normale che un rappresentante di una religione inauguri con un rito magico una struttura a uso della collettività. Stavolta è toccato al nuovo ponte di Genova, con il vescovo Tasca che ha invocato la protezione divina sui “noi figli che confidiamo in te” e quella di Maria Regina della Guardia, che “dall’alto del suo monte veglia su questa valle”. In religioso silenzio alle sue spalle i più alti rappresentanti della Repubblica.