Trovato un fucile nascosto tra la vegetazione a Ciminà

Trovato un fucile nascosto tra la vegetazione a Ciminà

Nell’ambito dei servizi disposti dal Gruppo Carabinieri di Locri finalizzati alla prevenzione e repressione dei reati in genere, con particolare attenzione a quelli relativi agli stupefacenti ed alle armi clandestine, i militari della Stazione di Sant’Ilario dello Jonio assieme ai colleghi dello Squadrone Eliportato Cacciatori Calabria hanno rinvenuto, in un terreno demaniale di località “corte” del Comune di Ciminà, abilmente occultati in un bidone metallico a sua volta nascosto tra la fitta vegetazione, un fucile Franchi 500 cl. 12, 25 cartucce di vario calibro e quasi 200 grammi di semi di marijuana.

Il fucile, che da immediati accertamenti è risultato rubato a Borgo Vercelli (VC) nell’anno 2004, è stato posto a sequestro e sarà inviato al R.I.S. di Messina per essere sottoposto ai previsti accertamenti balistici, i quali potranno verificare se l’arma è stata utilizzata per danneggiamenti o fatti di sangue.

Ulteriori rastrellamenti verranno eseguiti nelle aree rurali dell’entroterra della locride, con particolare attenzione alle zone aspromontane, ispezionando zone boschive, casolari abbandonati, pozzi ed anfratti naturali.

Tale attività ha già consentito, dall’inizio dell’anno, di ritrovare numerose armi, munizioni ed esplosivo.

Ufficio Stampa Comando Provinciale CC Reggio Calabria