Avvio dell’anno scolastico a Gioiosa Ionica. Fuda: “Si riparte con consapevolezza e responsabilità”

Avvio dell’anno scolastico a Gioiosa Ionica. Fuda: “Si riparte con consapevolezza e responsabilità”

Domani i nostri ragazzi torneranno a scuola in presenza dopo il lungo periodo di fermo imposto dalla situazione emergenziale determinata dalla crisi sanitaria da Covid-19.

In queste settimane abbiamo lavorato intensamente, insieme alla dirigenza dell’Istituto Comprensivo “Gioiosa – Grotteria”, al fine di predisporre gli interventi necessari ad una ripresa in sicurezza delle attività scolastiche.

In particolare si è proceduto dove necessario, oltre alla pulizia delle aree esterne di tutti i plessi e allo smaltimento degli arredi in disuso, alla realizzazione di alcuni lavori per garantire il distanziamento tra gli alunni (rifacimento di alcune tramezzature, revisione degli impianti con la riduzione, in alcuni casi, degli ingombri dei corpi riscaldanti, adeguamento delle aperture, ecc.), attraverso l’utilizzo di fondi specificatamente messi a disposizione dal Governo.

Negli ambienti scolastici utilizzati come seggio elettorale (piano terra plesso scolastico “Domenico Cento”) si è proceduto ad effettuare l’igienizzazione per come prescritto dalla specifica normativa.

La ripresa delle attività alla data del 24/09/2020 interesserà sei dei sette plessi scolastici presenti sul territorio comunale, oltre ovviamente al Liceo scientifico: due plessi della Scuola per l’Infanzia (“Elisabetta” e “Limina”); tre plessi della scuola Primaria (“Don Minzoni”, “Cerchietto” e “Annunziata”); un plesso della Scuola secondaria di I grado (“Cento”).

Nel caso della Scuola dell’Infanzia “Gramsci” è stato necessario rinviare l’apertura al 05/10/2020 per le motivazioni contenute nell’ordinanza sindacale n. 135/2020. Abbiamo cercato fino all’ultimo momento di fare il possibile per attivare anche la scuola Gramsci entro il 24/09/2020, ma piccoli ritardi di natura tecnico/burocratico ce lo hanno impedito.

La struttura del Plesso scolastico ospitante la Scuola dell’Infanzia “Gramsci”, ubicato in Piazza Aldo Moro, non era idonea a garantire il rispetto delle misure di prevenzione anti Covid-19. Considerato che a breve verranno consegnati i lavori per la demolizione e ricostruzione del Plesso stesso, per evitare spreco di denaro pubblico, non abbiamo ritenuto opportuno procedere ad interventi di adeguamento e sistemazione ai sensi

della normativa anti Covid-19 in quanto, per via degli imminenti lavori, sarebbe stato necessario comunque trasferire l’attività didattica della Scuola dell’Infanzia “Gramsci” presso altro plesso.

Tenuto conto che le opere di demolizione e ricostruzione della Scuola dell’Infanzia “Limina”, ubicata in Via Don Minzoni, sono in via di completamento e che la Direzione Lavori ne ha assicurato la consegna parziale, funzionale allo svolgimento delle attività didattiche, entro la data del 03/10/2020 si è ritenuto di trasferire le attività didattiche della Scuola dell’Infanzia “Gramsci” presso il nuovo plesso della scuola “Limina” ubicato in via Don Minzoni, posticipando l’inizio delle medesime attività al giorno 05/10/2020, così da consentire il rispetto delle ottimali condizioni igienico sanitarie connesse alla realizzazione degli spazi e delle distanze previste dai protocolli di prevenzione COVID-19 in ambiente scolastico.

Il servizio di trasporto scolastico sarà garantito dal primo giorno di scuola. Ovviamente la riduzione della capacità dei mezzi (i pulmini posso trasportare fino all’80% della propria capacità) non ha permesso di soddisfare tutte le richieste. Si è utilizzato il principio della maggior distanza tra l’abitazione dell’alunno e il plesso frequentato, per graduare l’accesso al servizio.

Allo stesso modo, anche il servizio di assistenza educativa specialistica sarà normalmente garantito all’avvio dell’anno scolastico.

Il servizio mensa, come di consueto, vedrà invece l’avvio nei primi giorni di ottobre. In riferimento alle tariffe di questo servizio, si coglie l’occasione per ricordare che da quest’anno è stato introdotto un principio di progressività per rendere più equa la partecipazione alla copertura della spesa da parte dell’utente. In particolare è stata introdotta una differenziazione in base all’ISEE e al numero di figli che usufruiscono del servizio. Per cui gli utenti interessati dovranno formalizzare la richiesta di accesso al servizio attraverso i nuovi modelli reperibili sul sito istituzionale del comune.

La scuola rappresenta il cuore pulsante di una comunità: i nostri ragazzi hanno bisogno di crescere e di studiare. Dobbiamo ripartire con la consapevolezza che ancora l’emergenza sanitaria da Covid-19 non è per nulla cessata. È necessario affrontare questo periodo con grande responsabilità: gli amministratori, i docenti, i collaboratori scolastici, gli alunni, le famiglie, devono saper che il rispetto delle regole è l’unico strumento di salvaguardia della salute pubblica e privata.

Buon anno scolastico a tutti e buon lavoro.

Salvatore Fuda – Sindaco di Gioiosa Ionica