Fugge al posto di blocco, arrestato dopo un lungo inseguimento

Fugge al posto di blocco, arrestato dopo un lungo inseguimento

Nella giornata del 31 agosto u.s., Agenti della Polizia di Stato  del  Reparto Prevenzione Crimine e delle Volanti della Questura di Foggia, nel corso di un servizio di prevenzione e controllo del territorio,  verso le 18:30 mentre effettuavano un posto di controllo, tramite la paletta segnaletica indicavano al conducente di un’autovettura di grossa cilindrata di fermarsi.

Il predetto con a bordo una donna, non curante dell’invito ricevuto, accelerava improvvisamente per darsi alla fuga.

Nasceva un inseguimento che partiva dalla Villa Comunale e continuava per viale Fortore, ove il conducente dell’auto, stringeva e tagliava la strada al veicolo di servizio,  effettuava numerose violazioni al codice della strada, infine faceva inversione con l’auto all’altezza del sottopassaggio, per ritornare verso il centro città. I poliziotti continuavano l’inseguimento facendo uso di tutti i segnali acustici e visivi e riuscivano a bloccare il fuggitivo in Via Monte Sabotino. 

Nell’immediatezza del fermo i due occupanti inveivano contro i poliziotti con insulti e minacce.

L’uomo un foggiano di 36 anni, con pregiudizi di polizia, dopo le formalità di rito veniva condotto agli arresti domiciliari a disposizione dell’Autorità Giudiziaria per i reati di resistenza a P.U., violenza privata e danneggiamento aggravato, mentre la donna veniva denunciata in stato di libertà per il reato di oltraggio a P.U.

Questura di Foggia