Salvini, il Sud non ti vuole

Salvini, il Sud non ti vuole

“Negli ultimi quindici anni la sinistra ha massacrato la Puglia”, dice Matteo Salvini.

È davvero paradossale che a dirlo sia lui. Non solo perché, rispetto alla drammatica esperienza di Raffaele Fitto, tutti gli indicatori della Puglia sono notevolmente migliorati ma perché stiamo parlando del segretario della Lega.

Stiamo parlando, cioè, del segretario di un partito che ha dedicato i suoi ultimi trent’anni a bloccare fondi e stanziamenti a favore delle Regioni del Sud, talvolta arrivando a utilizzarli per le multe delle quote latte degli allevatori del Nord o per garantire sconti sulla benzina ad alcuni territori settentrionali.

E lui parla a noi di massacro della Regione Puglia?

A noi che abbiamo aumentato del 250% i passeggeri negli aeroporti di Bari e di Brindisi rispetto agli anni di Fitto?

A noi che abbiamo fatto crescere il PIL della Puglia del 6,15% negli ultimi cinque anni?

A noi che abbiamo reso la Puglia, stando al rapporto Istat di gennaio, la regione locomotiva del Sud per ciò che concerne redditi e PIL?

A noi che abbiamo reso questa terra straordinaria non una semplice Regione d’Italia ma una Regione del mondo, che adesso tutti conoscono?

Che faccia tosta, senatore Salvini.

Maria Pia Pizzolante