Caulonia, interdetto il traffico nella zona Carmine-Maietta: ReAzione cauloniese si scaglia contro l’amministrazione

Caulonia, interdetto il traffico nella zona Carmine-Maietta: ReAzione cauloniese si scaglia contro l’amministrazione

L’amministrazione dei dispetti.
Dall’insediamento di questa amministrazione ad oggi, a partire dalla vicenda Caulonia 2.0 che ha comportato la perdita di decine di posti di lavoro, moltissimi atti sono stati adottati per colpire avversari politici.
Oggi, assistiamo per l’ennesima volta alla stessa pratica.
La sindaca con l’ordinanza n 238 del 28 novembre ha interdetto il traffico veicolare e pedonale per tutta la zona Maietta Carmine.

Anzitutto, evidenziamo che il solo traffico veicolare era già stato interdetto da molti mesi, con altra ordinanza rimasta completamente disattesa.
L’ ordinanza ultima ha l’inequivocabile finalità di colpire l’Arciconfraternita dell’Immacolata e delle Anime del Purgatorio nella sua interezza e nelle sue tradizioni.

Il provvedimento è stato pubblicato, guarda caso, proprio il giorno prima dell’inizio della tradizionale novena che rappresenta, da sempre, per tutta la comunità Cauloniese, un altissimo momento di comunione e di condivisione.

A causa del contestato e inopportuno provvedimento, per la prima volta, con ogni probabilità, la funzione non sarà celebrata.
La ragione è oltremodo chiara e trasparente, ed è quella di colpire il vice priore Rinaldo D’Aquino e tutta la comunità dei confratelli per aver leso “Sua maestà” il sindaco nel corso della recente e nota corrispondenza epistolare.

Riteniamo che questi metodi non appartengono alla nostra comunità cittadina e vogliamo evidenziare a chiare lettere che faremo di tutto perché questa “politica” vendicativa e ad orologeria fatta di continue rappresaglie contro chi osa contestare questi amministratori, non passi.

ReAzione cauloniese