Fumare e-liquid di CBD con la sigaretta elettronica o vape: è sicuro?

Fumare e-liquid di CBD con la sigaretta elettronica o vape: è sicuro?

Il CBD, ormai popolare, può essere consumato anche “svapando”.

Disponibile in gusti eterogenei e adatti a tutti, con concentrazioni più o meno elevate di principio attivo, permette fondere i benefici di tale sostanza con quelli del vapore a base di glicole propilenico e glicerina di origine vegetale, quindi (anche) senza tabacco e nicotina. In questo articolo verrà analizzato meglio come!

CBD in formato e-liquid: una rivoluzione salubre

Estratto dall’arboscello di canapa mediante una metodologia di prelevamento avanzato, questo formato per il consumo di CBD permette conseguire soluzioni di qualità superiore, arche organolettica-mente parlando.  Il nome commerciale di CBD e-liquid, detto alternativamente booster o concentrato si attribuisce ad un fluido sicuro, salutare e tendenzialmente economico.  La base è la stessa di un tradizionale fluido per paglie digitali, composto da diversi tipi di glicerine e propilenici, chimico o naturale. Inoltre, vengono insaporiti con aromi alimentari, floreali, dolciastri, fruttati o che richiamano il sapore originario, grazie a olii essenziali, terpeni e resine arboree.

Però, a differenza di altri liquidi, il CBD ha effetti salutari su corpo e mente, aiutando a tenere sotto controllo dolori, ansie e tensioni. 

Il CBD per vape: come si usa?

Una volta prodotto e raffinato a partire dall’arbusto, il CBD può essere assunto per vaporizzazione (cioè quello che è definito “vape”). Le alternative sono molte, e dipendono dalla concentrazione di nicotina, CBD, THC residuale (anche pari allo zero per cento), sapori e affinità personali.  Questo formato è adatto a sportivi, persone che non possono permettersi fumare tabacco, salutisti e puristi.

Per scegliere la concentrazione di CBD per la tua sigaretta elettronica è opportuno verificarne l’uso: agli inizi, meglio andarci piano! Ma se l’impiego è giustificato per ragioni mediche, meglio sceglierlo con riguardo agli effetti ricercati.

Ovviamente, considera che non si tratta di un farmaco o di un medicamento! Solo di un aiuto per far fronte a spiacevoli conseguenze delle malattie, come sofferenze, angosce, preoccupazioni e timori. La scelta della posologia è soggettiva, sempre.  Ricarica lo strumento, accendilo, aspetta di raggiungere la giusta temperatura e goditela!

Semplice, no?

E-liquid: la guida

Esattamente come con i liquidi per dispositivi elettronici, si può vaporizzare il CBD.

La semplicità è di casa: nebulizzare CBD di alta qualità è un gioco da ragazzi. Il trucco sta nella consapevolezza dello svapare dalla bocca al polmone o direttamente in aspirazione profonda. Non serve trattenere il vapore nella bocca, senza aspirarlo. 

La tosse, anche intensa, è comune, nelle prime esperienze. Se questo ti accade, sappi che è del tutto consueto! Devi solo ridurre la potenza dell’arnese o inspirare più dolcemente.  Se quello che vuoi è svapare CBD, una volta che hai il vapore in bocca, apri in modo delicato le labbra e, usando i polmoni, respira per “ingoiare”.

Sigaretta elettronica e liquido con CBD: svapare è di tendenza!

I vaporizzatori, o svapo, sono sempre più ordinari: ormai, quasi tutti i fumatori ne hanno uno. Poiché è una scelta meno deleteria della nicotina, anche per consumare CBD, le e-cigarette, o sigarette elettroniche, sono di grande popolarità negli ultimi dieci anni.

Esistono diverse gamme di apparecchio, dai modelli “usa e getta” che solo riscaldano del tobacco a modelli ricaricabili che funzionano con liquidi, con batteria e atomizzatore, oltre ad un serbatoio. Poi, esistono modelli a tiro a guancia (come in una sigaretta tradizionale, con potenza di watt moderata), o da polmone (che ricordano un cilum e producono molto vapore/fumo, con wattaggio importante).

Questi dispositivi ricaricabili agiscono surriscaldando un fluido (e-juice) fino a trasformarlo in vapore, poi inalato. Però, la mancanza di reale combustione e di derivati della pianta del tabacco lo rendono un metodo più igienico e salubre?

Vape e CBD: fa bene o male?

Dipende.

Utilizzi nicotina nei tuoi vaporizzatori?

In questo caso, il rischio di infiammare bronchi e polmoni, facilitando la neo-angiogenesi è maggiore, quindi i danni ci sono.  Meno che con le tradizionali “bionde”, però, a detta della rivista Annals of Internal Medicine.

L’uso di CBD, invece, sembra essere benefico, soprattutto se svapato e non fumato in una cicca auto-rollata, che tanto ricorda lo spinello. Qui, non avrai sballo, solo rilassamento! Inoltre, evita di usare e-liquidi prodotti senza i più rigidi protocolli, capaci per davvero di frenare, grazie al cannabinoide CBD, i processi maligni del sistema nervoso e di interagire chiaramente con i sensori responsabili di ricevere i segnali di dolore del corpo.

Inizia consumando quantità minori di CBD per sigaretta elettronica, e vai crescendo man mano che prendi confidenza con il prodotto, senza esagerare!

Rispondi