Forza nuova diventa Italia Libera, cambia il nome ma il fascismo resta un crimine

Forza nuova diventa Italia Libera, cambia il nome ma il fascismo resta un crimine

Siccome tutto quello che è già successo nel 2020 non bastava e dato che le tragedie non vengono mai da sole, ci mancava davvero solo questa. Forza Nuova si è sciolta per dar vita a un nuovo movimento e al più grande ossimoro che la storia ricordi: Italia Libera.

Proprio loro, da sempre sostenitori di un criminale che cancellò ogni libertà politica, civile e sociale, adesso vogliono un’Italia libera. Libera da un’inesistente “Dittatura sanitaria”.

E per non farsi mancare nulla, hanno deciso di fare l’en plein. Dato che essere fascisti è evidentemente ormai troppo poco, nel movimento confluiranno i gilet arancioni, i no mask e Carlo Taormina.

Un agglomerato di intelligenze, non c’è che dire. Cara Forza Nuova, non basta travestirsi in un nuovo movimento per nascondere la propria sostanza. Così come non basta travestirsi da soldato tedesco per darsi alla fuga.

È la storia a insegnarlo. Quella storia che abbiamo tutte e tutti il dovere di difendere. Perché anche noi vogliamo un’Italia libera. Libera dal virus, certo. Libera da chi lo nega. Libera dai fascisti. Perché il fascismo non è un’opinione. È un crimine.

Marco Furfaro