Ardore: contagi in aumento dopo una festa privata, c’erano anche amministratori

Ardore: contagi in aumento dopo una festa privata, c’erano anche amministratori

Carissimi concittadini, venuto a conoscenza che si è tenuta una festa privata dopo la quale si sono manifestati alcuni casi positivi di covid19, mi corre l’obbligo di stigmatizzare negativamente non solo il comportamento dei partecipanti che hanno contravvenuto alla raccomandazione di evitare assembramenti, onde evitare il diffondersi del virus, ma di sottolineare la responsabilità di coloro che hanno organizzato e partecipato. Voglio esprimere inoltre tutta la mia amarezza nell’apprendere che direttamente o indirettamente hanno partecipato esponenti della mia amministrazione a tale assembramento, ai quali ho già espresso personalmente tutta la mia contrarietà ed imbarazzo come Istituzioni. Voglio sperare che le parole che sto scrivendo stasera non cadano nel vuoto e che non si ripeta mai più una situazione del genere! E chi ha sbagliato riconosca l’errore e si ponga nelle condizioni di non ripeterlo. Per tutto ciò sento il dovere di chiedere scusa a tutta la cittadinanza, nella certezza che le mie parole di stasera, divengano linee guida per tutti i cittadini ed in primis per gli amministratori, con la convinzione che leggerezze del genere non verranno più commesse da chi mi è accanto alla guida della nostra comunità.

Comunque, fortunatamente, il bollettino odierno non presenta nuovi casi di positività.

Il Sindaco Giuseppe Campisi