Come vengono usati i nostri telefoni al giorno d’oggi

Come vengono usati i nostri telefoni al giorno d’oggi

Parlare di telefoni sembra ormai quasi anacronistico, i cellulari sono diventati talmente multifunzionali che alcuni di noi, pur utilizzando l’apparecchio quotidianamente, potrebbero benissimo nemmeno ricordare l’ultima volta che hanno effettuato una telefonata. Un sito di incontri, un’applicazione per acquisti online, un videogame e persino l’app bancaria, sono tutti strumenti che possiamo gestire con uno smartphone. Nell’ultimo ventennio è cominciato un processo di traslazione di molti aspetti della nostra vita dal mondo reale al mondo virtuale, tanto che ormai è difficile continuare a definirli come due mondi separati.

I siti per appuntamenti hanno, e stanno, rivoluzionando il modo di concepire il primo approccio tra due partner, la ricerca, ed il corteggiamento dell’uomo moderno. Oggi per trovare un ragazzo o una ragazza disponibili basta prendere il telefono ed avviare una ricerca. Ricerca che immediatamente restituirà profili di persone nei dintorni, è possibile in sostanza andare a scovare l’anima gemella direttamente dentro il salotto di casa sua, e per conoscersi sono sufficienti un paio di click, per infine solo se il rapporto dovesse procedere lungo i giusti binari, passare all’incontro fisico.

Tutto questo accelera enormemente la velocità con cui nascono i rapporti, e non abbiamo fatto altro che parlare di uno solo dei tanti aspetti nei quali, l’introduzione di un apparecchio interattivo costantemente connesso alla rete ha avuto il suo enorme impatto

Cellulari sempre in tasca

È talmente scontato per chiunque pensare al cellulare come qualcosa di perennemente in tasca, che governi di tutto il mondo non ci hanno pensato due volte, durante la pandemia da Covid-19, a commissionare App che installate volontariamente sui propri telefoni aiutino a monitorare gli spostamenti, ed eventualmente rilevare un contatto con persone infette. Nel caso dell’Italia si tratta di immuni, ma il concetto non è stato diverso per il resto dei paesi d’Europa e gran parte del mondo. Gli smartphone si sono di fatto globalmente imposti come oggetto facente parte del vestiario di ogni essere umano, tanto che non sarebbe strano scoprire che ormai sulla terra ci siano più cellulari che persone.

Il computer in tasca

Fintanto che i telefoni servivano per fare telefonate e basta le cose erano chiare. Il PC serviva per lavorare, le console per i videogiochi ed i telefoni per chiamare, tuttavia queste divisioni non sono più così nette. Non solo l’industria videoludica ha cominciato a colonizzare i nostri apparecchi portatili, ma il 5G promette velocità di connessioni superiori di 4 volte rispetto ad una normale fibra ottica, rendendo così, obsolete molte delle funzioni dei nostri Personal Computer.

Al momento esistono tantissime persone che non sentono alcun bisogno nella loro vita quotidiana di utilizzare un PC, ma pochissime senza un cellulare sempre a portata di mano. È chiaro che con una situazione così sbilanciata, il mondo del mobile sia destinato ad attirare sempre più investimenti ed accelerare quindi il proprio sviluppo. Chi vivrà vedrà, ma avendo vissuto e visto quel che abbiamo visto, ormai il futuro non dovrebbe più stupirci.