Serie B: è l’ora dei verdetti!

Serie B: è l’ora dei verdetti!

Promozioni, playoff e retrocessioni: la serie cadetta si prepara all’ultima fase

L’ultima giornata di Serie B si è disputata in un orario insolito, le 14 di lunedì pomeriggio, il che sicuramente non ha fatto piacere alla gran parte dei tifosi. Ed è un peccato, perché le gare sono state ricche di emozioni e hanno regalato verdetti forse non inaspettati ma interessanti.

In ottica promozione la scena è ovviamente dominata dalla grande Salernitana: la rosa allenata da Castori non dispone della qualità di Lecce, Monza o Brescia ma ha disputato un torneo di grande livello meritando ampiamente la promozione, chiudendo con un 3-0 al Pescara già retrocesso. La proprietà dovrà necessariamente cambiare, con la massima serie sono necessari diversi innesti di maggiore qualità e la questione dello stadio Arechi, su cui si prevedono interventi di ripristino, è sempre aperta: saranno settimane e mesi interessanti per i tifosi dell’Ippocampo.

In ottica playoff, il balzo più grande è stato compiuto dal Brescia. Le Rondinelle hanno vinto a Monza spegnendo le speranze dei brianzoli di accedere direttamente alla A e hanno mantenuto il vantaggio nei confronti della SPAL che ha terminato il suo campionato al nono posto. La SPAL è stata sicuramente una delle grandi delusioni della stagione, avendo avuto una squadra superiore almeno sulla carta a quelle di molte che la precedono.

Cittadella e Venezia hanno prevedibilmente pareggiato nell’ultimo turno, regalandosi un agevole quarto di finale playoff, mentre il Chievo è giunto ottavo tenendo a bada un Ascoli scatenato nelle ultime giornate ma placato dalla salvezza già ottenuta.

I playoff cominceranno tra due giorni e avranno il seguente schema: Cittadella–Brescia e Venezia–Chievo apriranno il festival degli spareggi, affrontandosi in gara unica, e le vincenti andranno in semifinale dove troveranno rispettivamente Lecce e Monza. Sulla carta, i salentini sono i favoriti avendo qualità, esperienza ed alchimia in campo. Il Monza è un’incognita, una squadra dalle grandi individualità che però non ha sfruttato al massimo fino a questo momento. Il Venezia a nostro avviso parte con una marcia in più rispetto al Chievo, mentre il Brescia è sulla carta favorito rispetto al Cittadella che però in caso di pareggio avanzerebbe in virtù della miglior posizione in classifica. Le partite sono in ogni caso incerte ed appassionanti come ogni incontro del campionato cadetto che si rispetti, e i pronostici calcio di oggi redatti dall’équipe di Sportytrader possono aiutare a seguire gli incontri con un occhio più critico, avvalendosi di un parere aggiornato degli esperti.

Chiudiamo dando un’occhiata alla zona retrocessione. Se la Salernitana è la protagonista della prima parte di classifica, il Pordenone sale prepotentemente alla ribalta. A Lignano Sabbiadoro, l’esilio costiero dei ramarri, la squadra ha battuto 2-0 il Cosenza condannandolo alla retrocessione e garantendosi la salvezza. Una vittoria dei calabresi avrebbe portato a un playout proprio tra le due squadre ma i 9 punti di distacco per regolamento garantiscono al Pordenone la permanenza nel campionato cadetto. I play out, quindi, quest’anno non si giocheranno, con Entella, Pescara, Reggiana e Cosenza direttamente retrocesse in C.

Tra gioie e delusioni il torneo si è concluso per la maggior parte delle squadre: ma sei compagini sono ancora in lotta per un posto nell’Olimpo, sperando che il pubblico il prossimo anno possa finalmente abbracciare i propri beniamini allo stadio.