Officina delle Idee: “L’INPS resterà a Caulonia. L’amministrazione comunale se ne è disinteressata e mente”

Officina delle Idee: “L’INPS resterà a Caulonia. L’amministrazione comunale se ne è disinteressata e mente”

Nel riscontrare la nota di risposta da parte della Direzione Regionale INPS della Calabria Il MOVIMENTO OFFICINA Delle IDEE si ritiene soddisfatto.
Come si evince nell’allegata nota, gli sforzi profusi dal MOVIMENTO sono stati accolti dall’INPS: l’istituto di previdenza non intende sottratte il territorio di Caulonia dalla presenza del proprio ufficio decentrato.

Proviamo al contempo amarezza per il comportamento dell’Amministrazione Belcastro che, oltre ad arrivare con un ritardo di otto mesi sull’argomento, a quanto pare ritenuto marginale, nelle proprie deliberazioni di Giunta racconta bugie ai propri concittadini.

Lo stesso direttore dell’INPS, nella sua risposta, sottolinea che l’Amministrazione non si è mai prodigata a tessere un dialogo con la Direzione Regionale, pur essendo a conoscenza di tutto.
Ancora una volta dobbiamo rilevare un atteggiamento dall’Amministrazione non ispirato ai principi di trasparenza, ma volto a nascondere e sotterrare fatti ed accadimenti importanti che influenzano la vita sociale della nostra cittadina.

Noi di OFFICINA Delle IDEE, rilevata la gravità degli eventi che si sono abbattuti sull’agenzia INPS, con delicatezza e riserbo, ci siamo sin da Febbraio interfacciati con l’Ente previdenziale, con il Ministero del Lavoro e con il Ministero dell’Economia, sino a costruire un proficuo dialogo con la dirigenza regionale.

Oggi riscontriamo dunque questo importante risultato, e auspichiamo, poiché non più di nostra competenza, che l’amministrazione comunale voglia tessere quel mancato rapporto di dialogo al fine di ripristinare celermente l’importante servizio da offrire al pubblico.

Ovviamente, come già espresso nelle precedenti nostre note e ribadito anche ai vertici dell’INPS, problemi gestionali interni non possono e non devono generare comportamenti speculativi da parte dell’Ente previdenziale nazionale tali da ribaltare le proprie spese sulle teste dei cittadini cauloniesi, i quali si dovrebbero sobbarcare il costo dell’affitto dei nuovi locali da destinare ai funzionari/operatori dell’INPS.

L’Amministrazione Belcastro non si sogni dunque di generare ancora altri costi da accollare ai nostri concittadini col sol fine speculativo di fregiarsi di aver scongiurato la chiusura dell’ufficio.

Concludiamo dichiarandoci soddisfatti del nostro operato e felici di aver dato rispetto alla fiducia che la metà dei nostri concittadini ci hanno conferito.

MOVIMENTO OFFICINA DELLE IDEE