Piano spiaggia Caulonia. Reazione Cauloniese contesta i metodi dell’amministrazione Belcastro

Piano spiaggia Caulonia. Reazione Cauloniese contesta i metodi dell’amministrazione Belcastro

Nel silenzio più assordante, l’amministrazione comunale, dalla data dell’11 agosto, ha aperto i termini, di venti giorni, per permettere ai cittadini, alle associazioni e, prima di tutti, agli operatori turistici di presentare osservazioni al Piano Spiaggia.

Orbene, detto ultimo strumento urbanistico, oltre a dover essere massimamente condiviso dalla cittadinanza, dovrebbe essere debitamente spiegato affinché chiunque possa comprenderlo ed, eventualmente, suggerire proposte migliorative.

Ed invece, l’amministrazione comunale, a mezzo di pochissimi manifestino di minimo formato (A4), nel bel mezzo della stagione estiva, allorquando tutti gli operatori economici, che sono i primi interessati, sono massimamente impegnati nel loro lavoro ed i cittadini sono massimamente distratti dalle vacanze estive, apre i termini per le osservazioni.

Ma ci sono, oppure ci fanno ?
Un’amministrazione responsabile e condivisa, avrebbe dovuto ritenere più utile, costruttivo e fattivo per la comunità, diffondere con ogni mezzo, la proposta iniziale del Piano, spiegare ai cittadini lo strumento ed informarli sui loro diritti.

A mezzo di questo articolo, quindi, vogliamo informare tutta la comunità che ognuno ha diritto a proporre osservazioni, al fine di migliorare il Piano Spiaggia. Alleghiamo un modello apposito, per facilitare la proposta.

Reazione Cauloniese