Calabria, falsa cieca scoperta dai carabinieri: dovrà restituire 200mila euro

Calabria, falsa cieca scoperta dai carabinieri: dovrà restituire 200mila euro

Si è finta cieca per 20 anni, ricevendo un’indennità mensile di circa 1000 euro da parte dell’Inps.  I carabinieri di Catanzaro hanno notificato un decreto di sequestro preventivo per oltre 200.000 euro, emesso dal Gip del Tribunale di Catanzaro su richiesta della Procura per una donna di 74 anni, residente nella frazione Lido di Catanzaro accusata di truffa.

L’indagine che ha consentito di smascherare la falsa cieca è scattata diversi mesi fa quando, a seguito di una lite di vicinato, i militari si sono resi conto che la 74enne aveva compiuto con estrema facilità azioni di vita ordinaria, incompatibili con il suo status di “non vedente”. I carabinieri hanno così deciso di pedinarla e osservarla mentre compiva attività quotidiane come andare a fare la spesa, voltarsi a destra e sinistra nell’attraversare la strada, passeggiate quotidiane e facendo addirittura da capofila ad un gruppo di amiche.

Convocata in caserma con una scusa, infine, la “non vedente” ha dimostrato di leggere e firmare normalmente alcuni documenti.