Partito Comunista: “Polistena non si è fatta infinocchiare. Tripodi un compagno capace e ben voluto”

Partito Comunista: “Polistena non si è fatta infinocchiare. Tripodi un compagno capace e ben voluto”

Il popolo di Polistena è un popolo intelligente e si é espresso in modo chiaro.
Abbiamo vinto nettamente, abbiamo vinto democraticamente, abbiamo vinto politicamente.

Nonostante le innumerevoli difficoltà di questi ultimi mesi, con circa tremila voti, 2960 voti per la precisione, pari al 52,4% dei consensi, i cittadini di Polistena hanno dato fiducia al compagno Sindaco Michele Tripodi alla guida della lista “Rialzati Polistena” sostenuta dal Partito Comunista Italiano e dalla Piattaforma Berlinguer.

É la seconda volta nella storia di Polistena dall’introduzione del sistema maggioritario in avanti, che con tre liste concorrenti in campo, si vince con oltre il 50% dei consensi. Nel 2015 la lista “Avanti Polistena” sostenuta dal PCI sempre con candidato a sindaco Michele Tripodi col 57% ed oggi nel 2021 la lista “Rialzati Polistena” col 52,4%. I numeri non possono essere cancellati e la storia politica della città neppure. Si tratta di un dato, quello di una vittoria con oltre il 50% dei consensi altamente significativo, poiché anche se vi fosse stata una sola lista dall’altra parte, noi avremmo vinto ugualmente.

Debbono ricredersi coloro che si affannano a delegittimare una vittoria contro tutto e tutti non affatto scontata dopo le difficoltà di questi ultimi mesi, caratterizzate da voltafaccia, bassezze, insulti, accanimenti gratuiti.

Michele Tripodi ha dimostrato ancora una volta di essere un compagno capace e ben voluto respingendo così gli attacchi violenti e faziosi con una risposta democratica e popolare forte ed inequivoca. Il candidato secondo classificato é stato infatti nettamente battuto, distaccato di quasi 1000 voti, sebbene in questi mesi abbia cercato di imbarcare tutte le forze ostili speculando, ambiguamente, pure sulle dimissioni dell’ex Sindaco.

Eppure il disegno politico dei nostri avversari esaltati e sguazzanti nell’humus di una gestione commissariale inadeguata, era stato ordito e organizzato in modo perfetto.
Pure il “braccio armato” di profili social, di volantini anonimi, di denunciatori, di odiatori seriali, accompagnato da varie forme di sciacallaggio fuori e dentro Polistena, si é schiantato contro il muro della volontà del popolo onesto di Polistena.

Inoltre, le elezioni regionali sono state utilizzate da personaggi facilmente identificabili per irrompere scorrettamente nella campagna elettorale del Comune, attaccando continuamente e senza nessuna logica politica il compagno Sindaco Michele Tripodi e tutti i compagni della nostra sezione politicamente non schierata con nessuno, se non nel tentativo di distruggere le persone e la storia politica dei comunisti di Polistena. Non ce l’hanno fatta!!!

La lezione della sconfitta di De Magistris é l’ennesima riprova di come la sinistra non abbia bisogno di profeti improvvisati e non debba mai scollegare il momento elettorale con l’impegno e la presenza organizzata e costante sul territorio a fianco della gente.

La Calabria avrebbe bisogno di laboratori politici veri come Polistena dove la buona amministrazione nel tempo é stata un modello invidiato e sarà ancora un esempio per tutti. Insomma la macchina costruita per abbatterci, e con noi la nostra storia politica, il nostro impegno, la nostra identità, si é inceppata ed ha fallito.

Polistena non si é lasciata infinocchiare. Alla fine tutti coloro che preconizzavano un cambiamento (parolaio, finto e ipocrita) hanno perso in modo schiacciante.
Tutti perdono, tranne noi.

Ora tocca al compagno Michele Tripodi ed alla bellissima squadra di donne e di giovani, di compagne e di compagni, a riportare in alto Polistena facendola rialzare dal torpore degli ultimi tempi.

A questa nostra sezione spetterá il compito, oltre che di difendere l’azione amministrativa e di fare squadra attorno al Sindaco ed all’attuale nuova compagine, di ricostruire sul territorio uno spazio politico di azione comunista, progressista e di sinistra, rivoluzionaria rispetto ai modelli di “partito istituzionale e consociativo” esistenti e dominanti ovunque da Roma fino alla nostra regione dove comunque l’avanzata delle destre leghiste e antimeridionaliste deve preoccupare tutti.

Cogliamo l’occasione di esprimere al Sindaco Michele Tripodi ed a tutti gli eletti i migliori auguri di buon lavoro. Sappiamo bene che si è già a lavoro a tutela della città e ad esclusivo interesse del popolo di Polistena. Avanti!!!


PARTITO COMUNISTA ITALIANO

Sezione “A. Gramsci” Polistena

Rispondi