Venerdì nuova protesta contro la demolizione della scuola di Caulonia marina

Venerdì nuova protesta contro la demolizione della scuola di Caulonia marina

L’amministrazione comunale di Caulonia, al comando di pochissimi, con metodi antidemocratici, scellerati e irresponsabili, ha deciso che gli edifici della scuola elementare di marina vengano demoliti per ricostruire la
nuova sopra le macerie della vecchia.
Riteniamo questa una scelta incomprensibile, di spreco e di messaggio consumista.
L’immobile, in buono stato, su cui si sono spesi centinaia di migliaia di euro negli ultimi anni per adeguamenti poteva benissimo essere destinato ad altri usi utili alla comunità.
Siamo certi che altre soluzioni si potevano adottare, come l’individuazione di altri siti per un nuovo edificio o aderire ad altri bandi dell’edilizia scolastica per scongiurare la demolizione della scuola esistente.
I costi economici della demolizione e dello smaltimento; i disagi dei rumori e della polvere in mezzo alle case abitate; il danno morale e storico sono superiori al beneficio di avere a tutti i costi la nuova scuola su quel sito.
Ricordiamo che assieme alla Chiesa e alle case per gli alluvionati del 51-53 quella scuola rappresentava un simbolo storico del primo insediamento urbano di Caulonia Marina.
Istituzioni come il Consiglio Comunale e il Consiglio di Istituto non sono state interpellate.
Chiediamo se c’è una consulta delle frazioni e una dei giovani e se sono state interpellate.
Una vera sensibilità democratica vorrebbe che si ascoltino i sentimenti e le opinioni del Paese.

VENERDì 31 DICEMBRE 2021 ALLE ORE 11,00 CI RITROVEREMO DAVANTI ALLA SCUOLA PER DIRE “NOT IN MY NAME” “NO IN NOSTRO NOME”.
TUTTI I CITTADINI SONO INVITATI A PARTECIPARE.

Comitato “la prima scuola non si scorda mai”