Franco Napoli lancia un appello: “Creiamo una nuova aggregazione, fornendo una alternativa valida a Caulonia”

Franco Napoli lancia un appello: “Creiamo una nuova aggregazione, fornendo una alternativa valida a Caulonia”

Riceviamo dalla segreteria di Franco Napoli e pubblichiamo:

“Prendiamoci per mano, idealmente, e creiamo una nuova aggregazione, fornendo una alternativa valida a Caulonia”. Ad affermarlo il medico Franco Napoli, già amministratore pubblico del vasto centro jonico, molto stimato in tutto il comprensorio e presidente di una delle associazioni culturali fra le più impegnate per la valorizzazione del territorio. 

Franco Napoli vuole lanciare un appello e invitare tutti i cittadini attivi e responsabili che, con le loro azioni, sentono propria Caulonia  e si rendono partecipi dello stato di benessere dell’intera comunità  – ha detto – “per costruire una soluzione valida e seria, e non costringere gli abitanti  a votare,  come avvenuto negli ultimi 10 anni   il “male minore” per poi accorgersi amaramente   di essere finiti di male in peggio. La scelta delle persone che dovranno amministrare il Paese  , soprattutto in questa fase storica difficile, è imprescindibile ” – ha continuato il professionista – “ e va operata con ponderazione per  non allontanare del tutto  i cittadini dalla politica vera vicina ai bisogni  della collettività ” Napoli, che è referente di un gruppo solido,  si è detto aperto e disponibile “a sedersi e discutere con tutti ,” – ha evidenziato – “anche con coloro che  già fanno parte o hanno cominciato a comporre una coalizione e con tutti quelli che non si identificano negli schieramenti attuali, per ricercare insieme una soluzione operativa  utile ed adatta a Caulonia con progetti chiari e concreti. Capisco che gli interessi sono tanti ma devono essere armonizzati con quelli dell’intero comprensorio comunale, dalla Marina al Centro Storico ed alle Frazioni, in una parola un “unicum”  dal mare alla montagna”.

Il dottor Napoli, che ha cominciato a incontrare diversi cittadini, esponenti politici e istituzionali –  conclude affermando che – “ se vogliamo  che Caulonia risorga e diventi il  grande Comune  che un tempo ci ha  resi  orgogliosi di essere suoi cittadini, dobbiamo mettere da parte egoismi e ambizioni e pensare al benessere collettivo di tutti i settori che costituiscono la base materiale della coesione sociale .”