Muore a 16 anni in un incidente stradale durante uno stage. Sinistra Italiana: “Il Governo smetta di fare finta di niente”

Muore a 16 anni in un incidente stradale durante uno stage. Sinistra Italiana: “Il Governo smetta di fare finta di niente”

È morto un altro ragazzo di 16 anni durante uno stage. Giuseppe Lenoci frequentava un corso di formazione professionale, ed era a bordo del furgoncino di una ditta di idraulica che si è schiantato contro un albero.

È il secondo in poche settimane. Sono state fatte scelte politiche sbagliate e ideologiche sulla scuola e la formazione: con gli stage e l’alternanza scuola-lavoro obbligatori stiamo esponendo in massa degli adolescenti a tutti i rischi che si corrono nel mondo del lavoro.

Contiamo centinaia di morti l’anno tra gli adulti, è normale che si comincino a contare morti anche tra i giovanissimi.

Perché di fatto li mandiamo in massa a lavorare negli stessi luoghi e alle stesse condizioni dei lavoratori adulti, ma con minore preparazione e nessun potere contrattuale.

Li affidiamo a imprese in cui troppo spesso non si usano correttamente i dispositivi di protezione, li mandiamo sui luoghi di lavoro senza un’adeguata formazione sulla prevenzione degli incidenti, li affidiamo a datori di lavoro senza che abbiano nessuna consapevolezza dei propri diritti e nessuna possibilità di sottrarsi ad eventuali situazioni o condotte pericolose.

Bisogna dire basta, fermare queste attività e aprire una riflessione su come ripensare dalle fondamenta la relazione tra istruzione, formazione e lavoro.

Il Governo smetta di fare finta di niente o peggio di manganellare gli studenti che protestano. Lo dobbiamo a queste giovani vite spezzate.

Prima di piangerne altre.

Elisabetta Piccolotti Responsabile Cultura, Giovani e InfanziaSegreteria Nazionale di Sinistra Italiana