Amministrazione Belcastro: “Le Politiche Sociali fiore all’occhiello del comune di Caulonia”

Amministrazione Belcastro: “Le Politiche Sociali fiore all’occhiello del comune di Caulonia”

Il percorso intrapreso nelle Politiche Sociali ha centrato obiettivi importanti sia a livello di Ambito Territoriale Sociale (che ricomprende 19 comuni locridei) sia a livello comunale.
L’Ambito territoriale Sociale – comune Capofila Caulonia, con Decreto n. 3869 dell’08.04.2022 a firma della dirigente del Dipartimento Lavoro Welfare della Regione Calabria, è stato individuato per l’avvio di un percorso di sperimentazione volto alla costituzione di un’Azienda Speciale
Consortile tra i comuni facente parte dell’ATS, quale prototipo gestionale di Welfare. La selezione è avvenuta a seguito di valutazione della spesa maturata, nello specifico facendo riferimento alla percentuale di rendicontazione sulla piattaforma Multifondo del Ministero del Lavoro della Quota Servizi del Fondo per la Lotta alla Povertà e all’esclusione sociale, dove in nostro Ambito Territoriale Sociale, tra coloro che hanno proposto istanza, risulta essere il più virtuoso per rendicontazione.

Un obiettivo importante raggiunto grazie ai responsabili del distretto che si sono succeduti in questi anni ed al tecnico che ha curato la rendicontazione dei fondi suindicati.
Negli ultimi decenni il sistema welfare ha visto notevoli cambiamenti che hanno modificato la gestione dei servizi sociali e socio assistenziali. In particolare, i nuovi modelli di “welfare mix” sono frutto della sussidiarietà orizzontale con l’erogazione dei servizi alla persona da parte dei soggetti
pubblici e privati. Proprio per affrontare la sempre più articolata gestione dei servizi sociali ad alta complessità anche di carattere territoriale nonché per la gestione dei fondi per le Politiche Sociali e più in generale per il Piano di Zona, i Comuni potranno adottare lo strumento delle Aziende Speciali Consortili, come previsto dagli artt. 31 e 114 del D.Lgs 267/2000.
L’assemblea dei Sindaci dell’ATS – Caulonia ha deciso all’unanimità di puntare sul predetto sistema per promuovere un welfare moderno e valorizzare le potenzialità del territorio, garantendo sempre più ai cittadini una diffusione omogenea dei servizi a livello territoriale, in modo continuativo e con personale dedicato.

Questo traguardo giunge dopo aver centrato un altro importante obiettivo da parte dell’ATS – comune Capofila Caulonia: l’approvazione del Piano di Zona, con Decreto Dirigenziale del Dipartimento Welfare della Regione Calabria n. 2411 dell’08.03.2022.
Il Piano di Zona è lo strumento per l’attivazione di una rete di servizi integrati in ambito sociale e socio sanitario, volto a delineare le strategie di programmazione sociale del territorio che sappia produrre coesione sociale.

Proprio sul piano dell’attuazione delle misure previste dal Piano di Zona si è proceduto alla pubblicazione dell’Avviso rivolto ai beneficiari di RdC, per la selezione di destinatari di Tirocini di Inclusione Sociale, finalizzati a favorire l’autonomia e l’integrazione delle persone che si trovino in
condizioni di maggiore criticità e vulnerabilità, tra quelle prese in carico dal Servizio Sociale Professionale Comunale.

L’azione a valere sulla Quota Servizi Fondo Povertà 2020 è volta al rafforzamento degli interventi di inclusione sociale dell’Ambito Territoriale Sociale -Comune capofila Caulonia.
Il numero di tirocinanti da destinare alla misura sarà di 132, tra i beneficiari del RdC, aventi i requisiti di cui al punto 4 dell’avviso (beneficiari o familiari del medesimo nucleo beneficiario di RdC; abbiano sottoscritto il Patto di Inclusione, disoccupati o inoccupati, non siano stati esonerati e/o esclusi da un progetto PUC, non siano inseriti in altri progetti lavorativi/formativi/borse lavoro). Il tirocinio non potrà avere una durata superiore a sei mesi ed agli stessi sarà riconosciuta una indennità di € 400,00 mensili, a titolo di rimborso forfettario omnicomprensivo per la
partecipazione alle attività di inclusione sociale previste dal tirocinio.
Anche a livello comunale tante sono le azioni di prevenzione e di contrasto alle povertà ed all’esclusione sociale; nei giorni scorsi sono stati pubblicati due avvisi, predisposti dal Servizio Sociale del Comune di Caulonia, su impulso della consigliera delegata alle Politiche Sociali -M. Elisabetta Cannizzaro.

In particolare, con Determina n. 463 del 30.12.2021 e n. 476 del 31.12.2021 la responsabile dell’ufficio Politiche Sociali del comune di Caulonia ha approvato due importanti interventi di sostegno verso le categorie fragili e vulnerabili della comunità.
Il primo progetto “La casa è la sua cura”, approvato con Delibera di Giunta n. 9 dell’11.01.2022 è rivolto ad anziani e soggetti soli, privi di un’adeguata rete familiare ma bisognevoli di attenzione. Il servizio sociale territoriale predisporrà per 20 utenti un Piano Assistenziale Individualizzato (PAI)
con indicazione dei bisogni e dei servizi destinati alla persona. Si prevede l’attivazione di servizi di lavanderia, ristorazione a domicilio, servizi di sollievo e visite mediche preventive.

A tal fine è stata pubblicata una Manifestazione di Interesse per l’individuazione e costituzione di un elenco di soggetti, con sede presso il Comune di Caulonia, per la fornitura dei predetti servizi, con una previsione di spesa di circa 18.000,00 euro.
La seconda azione, “c.d. Carta Famiglia” intende intervenire a sostegno delle famiglie residenti sul territorio cauloniese, che si trovino in una condizione di disagio socio-economico attraverso l’erogazione di voucher per far fronte alle spese fondamentali che caratterizzano il quotidiano
(acquisto di beni di prima necessità, farmaci, presidi ed ausili medici non garantiti dal SSN, abbigliamento per bambini), da spendere presso gli esercizi commerciali che si convenzioneranno con l’ente, previa iscrizione in apposito elenco di fornitori.

I nuclei familiari dovranno trovarsi in stato di bisogno socio-economico-ambientale, possedere un ISEE, in corso di validità, non superiore a € 9.360,00 e depositi non superiori a € 1.000,00 se il nucleo è composto da un solo componente o € 2.500,00 se i componenti sono più di uno.
Per la quantificazione del beneficio, i criteri, ai fini della determinazione dell’indice di bisogno, saranno graduati secondo specifici coefficienti dando priorità al nucleo familiare che non ha già beneficiato di altre misure di sostegno.
Le risorse complessive che l’amministrazione comunale ha inteso riservare per le predette finalità ammontano ad € 30.000,00.

“Le azioni messe in campo dall’Amministrazione Comunale – sostiene la consigliera delegata alle Politiche Sociali M. Elisabetta Cannizzaro – tendono a migliorare la qualità della vita della comunità; a promuovere il benessere delle persone e delle famiglie in situazioni di difficoltà attraverso l’integrazione tra interventi specialistici e comunitari, fondati sulla presenza del volontariato; la creazione di una rete tra l’ente, il servizio sociale ed i cittadini rende tutti più solidali. Quando le persone sono più vicine tra loro, anche i singoli stanno meglio”.
Per ogni informazione in merito a tutti avvisi pubblicati dal comune di Caulonia in proprio o in qualità di Capofila sarà possibile rivolgersi, personalmente presso gli uffici siti in via B. Postorino o telefonando al numero 0964 82036.

L’Amministrazione Comunale